Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

Tirocinio abilitante per l'Esame di Stato

 TIROCINIO PRATICO VALUTATIVO ai fini dell'ABILITAZIONE ALLA PROFESSIONE

art. 102 del DL. 18 del 17 marzo 2020
 

1 - DEFINIZIONE

2 - NORME ATTUATIVE PER IL CDL IN MEDICINA E CHIRURGIA - UNITS

3 - ABILITAZIONE

4 - DOCUMENTI MINISTERIALI

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - 
 
1 - DEFINIZIONE

Il tirocinio pratico-valutativo:

1 - è volto ad accertare le capacità dello studente relative al saper fare e al saper essere medico, che consiste nell’applicare le conoscenze biomediche e cliniche alla pratica medica, nel risolvere questioni di deontologia professionale e di etica medica, nel dimostrare attitudine a risolvere problemi clinici afferenti alle aree della medicina e della chirurgia e delle relative specialità, della diagnostica di laboratorio e strumentale e della sanità pubblica; ad applicare i principi della comunicazione efficace;

2 - dura complessivamente tre mesi è espletato dal quinto anno di corso e purché siano stati sostenuti positivamente tutti gli esami relativi ai primi quattro anni di corso, previsti dal Piano degli Studi;

3 - si svolge per un numero di ore corrispondenti a 15 CFU di tirocinio, di cui 5 CFU per ciascuna mensilità (ad ogni CFU riservato al tirocinio corrispondono 25 ore di attività didattica professionalizzante) e si articola nei seguenti periodi, anche non consecutivi: un mese in area chirurgica, un mese in area medica, un mese nello specifico ambito della Medicina generale, quest’ultimo da svolgersi non prima del sesto anno di corso, presso l’ambulatorio di un medico di Medicina generale;

4 - I CFU di tirocinio pratico valutativo, abilitante all'esercizio della professione di Medico Chirurgo, fanno parte dei 60 CFU di tirocinio previsti dall’Ordinamento del Corso di Laurea.

5 - La certificazione della frequenza e la valutazione dei periodi di tirocinio avvengono sotto la diretta responsabilità e a cura del docente universitario o del dirigente medico afferente alla struttura ospitante, e del medico di Medicina generale, che rilasciano formale attestazione della frequenza ed esprimono, dopo aver valutato i risultati relativi alle competenze dimostrate, in caso positivo, un giudizio di idoneità, sul libretto-diario. Il giudizio di attività si articola in una parte descrittiva delle attività svolte e di una parte valutativa delle competenze dimostrate;

6 - Si intende superato solo in caso di conseguimento del giudizio di idoneità per ciascuno dei tre periodi.
Il tirocinio pratico-valutativo si potrà svolgere utilizzando anche i mesi in cui non si eroghi normalmente attività didattica per il raggiungimento delle 125 ore certificabili ai fini del DM.
 

-----------------------------------------------------------------------------------------------

2 - NORME ATTUATIVE PER IL CDL IN MEDICINA E CHIRURGIA - UNITS

Informazioni in merito al tirocinio abilitante sono definite nel documento:  REGOLAMENTO DEL TIROCINIO PRATICO VALUTATIVO 

 

La frequenza al tirocinio pratico valutativo ha inizio previa presentazione della RICHIESTA DI ISCRIZIONE AL TIROCINIO PRATICO VALUTATIVO (pdf compilabile) per l'abilitazione alla professione di Medico Chirurgo, compilata dallo studente, e da consegnarsi via mail, sempre in formato pdf, alla Segreteria didattica del Corso di Laurea magistrale in Medicina e Chirurgia

Allo studente verranno consegnati tre libretti, uno per la frequenza in Area Medica, uno per la frequenza in Area Chirurgica e uno per la frequenza presso l’ambulatorio del medico di medicina generale abilitato a svolgere il tirocinio abilitante. 

Lo studente dovrà riportare sui libretti dell'Area Medica e Chirurgica i reparti assegnati e i Tutor valutativi

Alla conseguimento dei CFU richiesti per l'abilitazione, il Tutor Coordinatore d'Area esprimerà il giudizio finale consultando le valutazioni dei Tutor di Reparto.

 
------------------------------------------------------------------------------------------------

3 - ABILITAZIONE

Ai sensi dell'articolo 102, comma 1, del decreto legge n. 18/2020, la prova finale del Corso di Laurea Magistrale a ciclo unico in Medicina e Chirurgia, afferente alla classe LM-41, ha valore di esame di Stato abilitante all'esercizio della professione di Medico Chirurgo, previo superamento dell’esame finale del tirocinio del 6° anno.
 

-----------------------------------------------------------------------------------------------

4 - DOCUMENTI MINISTERIALI