Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

TEORIE E PROGETTO DELLO SPAZIO URBANO (043AR)

A.A. 2018 / 2019

Periodo 
Primo semestre
Crediti 
6
Durata 
48
Tipo attività formativa 
Affine/Integrativa
Percorso 
[PDS0-2015 - Ord. 2015] comune
Syllabus 
Lingua insegnamento 

Italiano

Obiettivi formativi 

Il corso intende condurre lo studente ad apprendere e praticare strumenti teorici e operativi utili allo studio e al progetto della città, osservata in particolare attraverso i suoi spazi aperti. Collocato nel percorso formativo tra due Laboratori di progettazione urbanistica (secondo e quarto anno), il corso propone allo studente l’occasione di approfondire alcuni specifici approcci teorici e progettuali allo spazio urbano pubblico.

Conoscenza e capacità di comprensione
Conoscere:
- lo spessore del sapere e della ricerca urbanistica nel campo degli spazi aperti e pubblici;
- il ruolo cruciale dei ‘vuoti’ non solo nell’articolazione delle morfologie urbane ma nel generare urbanità;
- l’importanza degli usi e delle pratiche degli abitanti negli spazi comuni;
- principi e strategie progettuali volti alla qualità-inclusività-accessibilità dello spazio urbano

Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Sviluppare la capacità di applicare le conoscenze teoriche e tecniche acquisite alla lettura e al progetto dello spazio urbano, ponendo particolare attenzione alle persone che quotidianamente lo abitano e attraversano.

Autonomia di giudizio
Sviluppare la capacità di riconoscere e interpretare lo spazio urbano come intreccio ed esito di diverse dimensioni: fisica, ambientale, sociale, d’uso, ...
Sviluppare la capacità di leggere e interpretare criticamente alcuni approcci teorici e/o progettuali esposti in testi fondamentali per gli argomenti trattati.

Abilità comunicativa
Sapere illustrare con capacità critica gli approcci allo studio/progetto allo spazio urbano approfonditi nelle letture svolte, anche avvalendosi di diversi supporti, quali immagini fotografiche, video, power point, ..
Mostrare partecipazione ai momenti di discussione collettiva in aula attraverso interventi pertinenti e critici.

Prerequisiti 

Aver seguito il Laboratorio di Progettazione Urbanistica I del secondo anno, e dunque aver acquisito alcune conoscenze di base relativamente alla disciplina urbanistica, alla lettura e al progetto della città, consentirà allo studente di disporre degli strumenti teorici e operativi utili a svolgere in maniera critica approfondimenti tematici e metodologici sulla città contemporanea.

Contenuti 

L’elaborazione del progetto urbanistico contemporaneo comporta un ripensamento degli spazi dell’abitare, delle loro differenti forme, scale, usi. Non esaurendosi nell’alloggio, le nostre vite quotidiane si compongono di una molteplicità di attività e pratiche che ci portano a vivere differenti esperienze di attraversamento e uso della città e a confrontarci giorno per giorno con le difficoltà che derivano da spazi urbani spesso di cattiva qualità. Oggi l’urbanistica si trova ad affrontare il compito di migliorare questi spazi per renderli più accessibili e adattarli a forme e pratiche d’uso diverse, svolte da una popolazione eterogenea, nella convinzione che lo spazio aperto svolga un ruolo decisivo fondamentale nel generare nuove relazioni: tra il costruito, tra gli abitanti, tra le persone e i loro ambienti di vita, tra il pubblico e il privato, tra domestico e comune, tra la città e i suoi margini urbani.
Il corso propone un duplice approccio allo spazio urbano.
Da un lato verrà proposto come ambiente comune dove gli abitanti svolgono parte della loro vita quotidiana e con il quale intessono relazioni significative che suggeriscono al progettista di porre attenzione alle persone e ai diversi modi con i quali esse usano lo spazio, proprio per prefigurare una città più abitabile e inclusiva, capace di rispondere ai mutevoli e diversificati bisogni espressi dalle comunità insediate.
Dall’altro, lo spazio urbano verrà proposto come ambito strategico per affrontare le questioni ambientali e per elaborare progetti che si pongano l’obiettivo di una città più sana, sicura e resiliente.

Metodi didattici 

Il corso si articola in - lezioni ex-cathedra, - in alcuni seminari di approfondimento tematico.
Sono previsti inoltre alcuni momenti di lavoro in aula (Seminario di lettura) che vedranno la restituzione critica da parte di piccoli gruppi di studenti di un testo significativo dal punto di vista degli argomenti trattati (e da scegliere tra quelli suggeriti nella specifica bibliografia del Seminario che verrà fornita all’avvio del corso insieme ad alcuni suggerimenti per la costruzione della ‘rilettura’ del testo) e da una discussione collettiva.

Programma esteso 

Una versione più ampia del programma ed altri materiali (come la bibliografia tematica relativa al Seminario di lettura) verranno messi a disposizione all'avvio del corso, anche sulla piattaforma di Ateneo Moodle.

Modalità di verifica dell'apprendimento 

Per sostenere l’esame sarà necessario:
- frequentare le lezioni
- partecipare ai seminari di approfondimento tematico
- seguire attivamente il Seminario di lettura
- presentare la lettura ‘critica’ di due testi (oltre a quello presentato al Seminario di lettura), da concordare con la docente.
L’esame consisterà in un colloquio sugli argomenti trattati a lezione e sulle letture svolte (i libri non andranno restituiti attraverso un semplice ‘riassunto’ del suo contenuto, ma attraverso un percorso critico che proprio attraverso il Seminario di lettura si cercherà di far apprendere e praticare).
La valutazione finale terrà conto dell’attiva partecipazione dello studente al corso e ai seminari, del lavoro complessivamente svolto, della qualità degli esiti del Seminario di lettura, del livello di preparazione sui testi portati all’esame.

Testi di riferimento 

Di seguito vengono riportate alcune prime indicazioni bibliografiche. In occasione di ciascuna lezione saranno suggeriti agli studenti ulteriori riferimenti e più ampi percorsi di lettura e ricerca; le bibliografie integrative e ulteriori materiali verranno messi a disposizione sulla piattaforma di Ateneo Moodle. Si veda inoltre la specifica bibliografia fornita dal Seminario di lettura.
Amin A., Thrift N., 2005, Città. Ripensare la dimensione urbana, Il Mulino, Bologna
B. Borlini e F. Memmo, Il quartiere nella città contemporanea, Bruno Mondadori, Milano 2008
S. Basso (a cura di), In comune. Percorsi di ricerca per un nuovo progetto di prossimità nella città pubblica, in «Territorio» n. 72, 2015
S. Basso, P. Di Biagi (a cura di), Gli "spazi del cibo" per nuove abitabilità delle periferie urbane, in «Territorio» n. 79, 2016
L. Carlini, P. Di Biagi, L. Safred (a cura di), Arte e città. Opere e interventi artistici nello spazio urbano, Edizioni università di Trieste, Trieste 2008
G. Cullen, ll paesaggio urbano. Morfologia e progettazione Calderini Editore, Bologna, 1976
P. Di Biagi, Rileggere gli spazi del moderno, in Spazi, a cura di V. Fasoli, F. Angeli, Milano 2004
A. Di Giovanni, Spazi comuni. Progetto urbanistico e vita in pubblico nella città contemporanea, Carocci, Roma 2010
P. Donadieu, Campagne urbane. Una nuova proposta di paesaggio della città, edizione italiana a cura di M.V. Mininni, Donzelli, Roma, 2006
J. Gehl, Vita in città. Spazio urbano e relazioni sociali, Maggioli, Rimini 1991 (1980)
J. Jacobs, Vita e morte delle grandi città: saggio sulle metropoli americane, Einaudi, Torino 1969 (1961)
LaboratorioCittàPubblica, Città pubbliche. Linee guida per la riqualificazione urbana, Bruno Mondadori, Milano 2009
K. Lynch, L’immagine della città, Marsilio, Venezia 2006 (1960)
I.L. McHarg, Progettare con la Natura, Franco Muzzio Editore, Milano 2007 (Ed. originale Design with Nature,
1989)
G. Pettenati, A. Toldo, Il cibo tra azione locale e sistemi globali. Spunti per una geografia dello sviluppo, F. Angeli, Milano 2018
S. Porta, Dancing Streets. Scena pubblica urbana e vita sociale, Unicopli, Milano 2002


Torna all'elenco insegnamenti