Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

TEORIE E PROGETTO DELLO SPAZIO PUBBLICO (073AR)

A.A. 2021 / 2022

Periodo 
Secondo semestre
Crediti 
6
Durata 
48
Tipo attività formativa 
Affine/Integrativa
Percorso 
[PDS0-2018 - Ord. 2018] comune
Syllabus 
Lingua insegnamento 

ITALIANO

Obiettivi formativi 

Collocato nel percorso formativo tra due Laboratori di progettazione urbanistica (secondo e quarto anno), il corso intende condurre lo studente ad apprendere e praticare strumenti teorici e operativi per lo studio e il progetto degli spazi pubblici urbani. Gli approcci teorici e progettuali proposti privilegeranno l’osservazione dello spazio aperto, colto nelle sue declinazioni di spazio pubblico, ambiente, spazio di pratiche.
Il corso si propone quindi di fornire allo studente le seguenti competenze conoscitive e capacità:
D1. Conoscenza e capacità di comprensione: Le attività proposte saranno orientate a conoscere:
- lo spessore del sapere e della ricerca progettuale urbanistica nel campo degli spazi aperti;
- la funzione dei ‘vuoti’ non solo nell’articolazione delle morfologie urbane ma anche nel generare urbanità;
- l’importanza degli usi e delle pratiche degli abitanti negli spazi comuni;
- principi e strategie progettuali volti alla qualità-inclusività-accessibilità dello spazio urbano
D2. Capacità di applicare conoscenza e comprensione: lo studente dovrà saper applicare le competenze acquisite alla lettura e al progetto dello spazio urbano, ponendo particolare attenzione alla sua dimensione socio-spaziale, nei termini di luogo abitato, e alla sua dimensione ambientale, come spazio di nuove ecologie per la città.
D3. Autonomia di giudizio: lo studente dovrà dimostrare di riconoscere e interpretare lo spazio urbano come intreccio ed esito di diverse dimensioni: fisica, ambientale, sociale, d’uso. Inoltre, di saper leggere e interpretare criticamente alcuni approcci teorici e/o progettuali esposti in testi fondamentali per gli argomenti trattati.
D4. Abilità comunicative: al termine del corso, lo studente dovrà sapere illustrare con capacità critica gli approcci allo studio/progetto allo spazio pubblico approfonditi nelle letture svolte, anche avvalendosi di diversi supporti, quali immagini fotografiche, video, ecc. Partecipare alla discussione collettiva in aula, con interventi pertinenti e critici.
D5. Capacità di apprendimento: al termine del corso gli studenti dovranno dimostrare di saper collaborare, all'interno di un team multidisciplinare, alla costruzione di progetti di rigenerazione dello spazio pubblico.

Prerequisiti 

Costituisce prerequisito l'aver frequentato il Laboratorio di progetto della città contemporanea (o I Laboratori di progettazione urbanistica del 2 anno di corso, dei precedenti ordinamenti).

Contenuti 

Il progetto urbanistico contemporaneo ha la necessità di proporre un ripensamento degli spazi della vita in comune, delle loro differenti forme e modi d’uso. Oggi l’urbanistica si trova quindi ad affrontare il compito di migliorare gli spazi pubblici urbani per renderli più accessibili e inclusivi, adattandoli a forme e pratiche d’uso diverse da parte di una popolazione sempre più eterogenea, nella convinzione che lo spazio aperto svolga un ruolo decisivo fondamentale nel generare nuove relazioni tra le persone e i loro ambienti di vita, tra le sfere del pubblico e del privato, tra il centro città e i suoi margini, tra l’urbano e l’ambiente circostante.
Il corso propone un duplice approccio allo studio dello spazio pubblico urbano.
Da un lato ne verrà proposta un’interpretazione come spazio di pratiche d’uso e di relazione. Da questa prospettiva, porre attenzione alle persone e ai diversi modi con i quali esse si rapportano allo spazio diventa importante, per prefigurare una città più abitabile e inclusiva, capace di rispondere ai mutevoli e diversificati bisogni espressi dalle comunità insediate.
Dall’altro, lo spazio urbano verrà letto come ambito strategico per affrontare le questioni ambientali che sempre più emergono come impellenti. Per fare questo, il corso darà spazio in questo anno accademico in particolare a due temi: il progetto di giardini e parchi urbani e il progetto dello spazio pubblico in relazione all’arte e alla cultura.
Il corso si articolerà in lezioni teoriche, seminari che coinvolgeranno anche esperti esterni ed esercitazioni pratiche.

Metodi didattici 

Il corso si articolerà in lezioni teoriche, seminari che coinvolgeranno anche esperti esterni ed esercitazioni pratiche.
Sono previsti infatti alcuni momenti di lavoro in aula dedicati alla lettura e interpretazione critica di un progetto di spazio pubblico significativo che verrà scelto all’interno di un elenco fornito dalla docente all’avvio del corso, insieme ad alcuni suggerimenti per la rilettura del progetto e degli esiti spaziali ottenuti. Queste letture saranno presentate da parte di piccoli gruppi di studenti in momenti di discussione collettiva.

Le lezioni si terranno a Gorizia, presso la sede del Polo di via Alviano 18.
Eventuali cambiamenti alle modalità qui descritte, che si rendessero necessari per garantire l'applicazione dei protocolli di sicurezza legati all'emergenza COVID19, saranno comunicati nel sito web di Dipartimento, del Corso di Studio e dell'insegnamento.

Programma esteso 

Per consultare il programma esteso ed aggiornato sulla base delle esigenze dimostrate dagli studenti durante il corso, si rinvia alla piattaforma e-learning Moodle.

Modalità di verifica dell'apprendimento 

Per sostenere l’esame sarà necessario:
- frequentare le lezioni e i seminari tematici e dimostrare la conoscenza critica degli argomenti trattati a lezione
- seguire attivamente i Seminari di rilettura dei progetti di spazio pubblico
- restituire criticamente la lettura di due testi, da concordare con la docente.
L’esame consisterà in un colloquio sugli argomenti trattati a lezione e sulle letture svolte.
La valutazione finale terrà conto del lavoro complessivamente svolto: dell’attiva partecipazione dello studente alle lezioni e ai seminari, della qualità degli esiti dell’esercitazione seminariale sul progetto, del livello di preparazione sui testi portati all’esame (1/3 della valutazione finale sarà dedicato ad ognuno dei tre temi).

Eventuali cambiamenti alle modalità qui descritte, che si rendessero necessari per garantire l'applicazione dei protocolli di sicurezza legati all'emergenza COVID19, saranno comunicati nel sito web di Dipartimento, del Corso di Studio e dell'insegnamento.

Altre informazioni 

Sulla piattaforma e-learning Moodle saranno resi disponibili, oltre al programma dei corso, ulteriori materiali da utilizzare per lo studio e l'approfondimento dei vari temi trattati: http://moodle2.units.it

Testi di riferimento 

Primi riferimenti bibliografici
A. Aymonino, V.P. Mosco, Architettura a Zero Cubatura: il progetto degli spazi pubblici, Skira, Milano 2006
C. Bianchetti (a cura di), Terrirori della condivisione. Una nuova città, Quodlibet, Macerata 2014
F. Bottini (a cura di), Spazio pubblico. Declino, difesa, riconquista, Ediesse, Roma 2010
F. Careri, Walkscapes. Camminare come pratica estetica, Einaudi, Torino 2006
G. Cullen, ll paesaggio urbano. Morfologia e progettazione Calderini Editore, Bologna, 1976
V. Dessì et al., Rigenerare la città con la natura. Strumenti per la progettazione degli spazi pubblici tra mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici, Maggioli, S. Arcangelo di Romagna 2016
P. Di Biagi, La città pubblica. Edilizia sociale e riqualificazione urbana a Torino, Allemandi, Torino 2008
A. Di Giovanni, Spazi comuni. Progetto urbanistico e vita in pubblico nella città contemporanea, Carocci, Roma 2010
E. Formato, Terre comuni. Il progetto dello spazio aperto nella città contemporanea, CLEAN, Napoli 2012
J. Gehl, Vita in città. Spazio urbano e relazioni sociali, Maggioli, Rimini 1991 (ed. or. 1980)
J. Gehl, Cities for people, Island Press, Washington DC 2013
J. Jacobs, Vita e morte delle grandi città: saggio sulle metropoli americane, Einaudi, Torino 1969 (ed. or.1961)
LaboratorioCittàPubblica, Città pubbliche. Linee guida per la riqualificazione urbana, Bruno Mondadori, Milano 2009
A. Lambertini, Urban Beauty! Luoghi prossimi e pratiche di resistenza estetica, Editrice Compositori, Bologna 2013
K. Lynch, L’immagine della città, Marsilio, Venezia 2006 (1960)
K. Lynch, Progettare la città. La qualità della forma urbana, Etaslibri, Milano 1996
I. McHarg, Progettare con la Natura, Franco Muzzio Editore, Milano 2007 (Ed. or. 1969)
A. Metta, M.L. Olivetti, La città selvatica. Paesaggi urbani contemporanei, Libria, Melfi 2019
L. Montedoro (a cura di), Lo spazio pubblico come palinsesto, Maggioli, S. Arcangelo di Romagna 2018
R. Pavia, Il passo della città. Temi per la metropoli futura, Donzelli, Roma 2015
B. Pietromarchi (a cura di), Il luogo (non) comune : arte, spazio pubblico ed estetica urbana in Europa, Fondazione A. Olivetti/Actar, Roma/Barcelona 2005
S. Porta, Dancing Streets. Scena pubblica urbana e vita sociale, Unicopli, Milano 2002

Altri riferimenti bibliografici saranno forniti durante le singole lezioni.


Torna all'elenco insegnamenti