Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

METODI E STRUMENTI DI PROGETTAZIONE TECNOLOGICA (068AR-2)

A.A. 2019 / 2020

Periodo 
Secondo semestre
Crediti 
7
Durata 
56
Tipo attività formativa 
Caratterizzante
Percorso 
[PDS0-2018 - Ord. 2018] comune
Syllabus 
Lingua insegnamento 

italiano

Obiettivi formativi 

Il corso si colloca nell’ambito di un approccio tecnologico al progetto e contribuisce allo svolgimento delle tematiche legate al “Rapporto tra Ideazione e Costruibilità” di un oggetto edilizio.
Gli obiettivi che il corso si prefigge sono:- (ABILITA’ COMUNICATIVE) dotare lo Studente di un bagaglio lessicale che (AUTONOMIA DI GIUDIZIO) gli consentirà di sviluppare la capacità di operare scelte costruttive appropriate e fattibili per la traduzione in forme concrete di un oggetto architettonico; (CONOSCENZA E COMPRENSIONE) costruire la capacità di lettura degli organismi esistenti e di riconoscimento dei sistemi e sub-sistemi di componenti e delle loro relazioni; - (CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE) costruire la capacità critica di individuazione e attribuzione ai diversi sistemi edilizi di requisiti e capacità di prestazione. (CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO) Lo sviluppo dell’esercitazione progettuale permetterà allo studente di applicare in un contesto di studio le conoscenze e i concetti appresi, predisponendolo all'approfondimento delle specifiche tematiche progettuali che svilupperà nei corsi successivi; non da ultimo, gli permetterà di formare la capacità di relazione e di lavoro condiviso, necessario per una figura di professionista capace di operare in team.

Prerequisiti 

nessuno

Contenuti 

L'organismo edilizio è composto da parti che fanno parte di una struttura complessa in cui hanno una loro autonomia ma interagiscono tra di loro, per soddisfare l’insieme delle esigenze per cui l’edificio è progettato.
Il corso forma lo studente ad una visione integrata degli elementi che costituiscono l’organismo edilizio, definito come una apparecchiatura costruttiva, ovvero insieme correlato di parti. Nel corso si affronta l’analisi delle parti, si approfondiscono le capacità prestazionali dei singoli elementi di fabbrica non perdendo di vista l’unitarietà del progetto e si definiscono i principi per la loro progettazione e costruzione in rapporto ai materiali e ai sistemi costruttivi applicabili (tradizionali e industrializzati).
Le lezioni affronteranno i temi:
- dell’organismo edilizio come sistema di parti: nomenclatura e normativa di riferimento
- dei principi costruttivi semplici, complessi, geometrico costruttivi, del comfort ambientale e della percezione, di lavorazione alla base della progettazione dei componenti e dell’intero organismo
- analisi dei singoli elementi di fabbrica e dei sub-sistemi degli elementi costruttivi funzionali, con l’individuazione della collocazione e del ruolo ai fini della costruibilità dell’edificio
- problematiche di correlazione tra le parti ai fini della trasmissione dei carichi (giunti di forza) e della resistenza al passaggio dei fluidi (giunti di tenuta)
- procedimenti costruttivi e tecniche di produzione edilizia
- rispondenza del manufatto edilizio, in termini di comportamento ambientale, alle norme tecniche vigenti e alle esigenze di funzionalità, sicurezza e benessere dell’utenza, premessa importante per le conoscenze sulle specifiche prestazionali degli elementi di fabbrica, oggetto dei corsi successivi.

Metodi didattici 

Il corso prevede lo svolgimento di lezioni teoriche a carattere monotematico (LT), un'esercitazione coordinata con il corso di Materiali per l’edilizia (ES), seminari di approfondimento (SEM).
Le lezioni partono dalla necessità di definire la concezione del “sistema” proprio di un oggetto edilizio, e quindi si articolano nella disamina specifica dei singoli elementi tecnici. Attraverso un controllo tecnologico del processo progettuale e costruttivo, ne rilevano la stretta connessione fra aspetti fisici, funzionali e formali della sua “architettura”.
Il ciclo di lezioni è integrato da una serie di seminari di approfondimento di singole tematiche.
L'esercitazione sarà svolta individualmente e si prevedono sessioni di discussione in aula dello stato di avanzamento e dei risultati finali.
Si prevede l'adozione di metodologie didattiche innovative, quali flipped classroom, social & collaborative learning.

Programma esteso 

Il programma esteso del corso, con le relative scadenze per le attività di esercitazione obbligatorie e il calendario delle lezioni, è reperibile su Moodle (http://moodle2.units.it)
, pagina del Corso di Elementi Costruttivi, a partire dalla settimana precedente l’avvio delle lezioni.

Modalità di verifica dell'apprendimento 

Il corso fa parte del Laboratorio Costruzione Architettura 1 e l’esame si svolge sui contenuti di tutte e due i corsi che concorrono al Laboratorio.
Concorrono alla formazione del voto finale del Laboratorio (vedi syllabo Laboratorio Costruzione dell'architettura 1): la valutazione dell’esercitazione dell’anno (40%), la valutazione della preparazione per il corso di Materiali per l'edilizia per il 30% e la valutazione della preparazione per il corso di Metodi e strumenti di progettazione tecnologica per il 30% (vedi syllabo). La media pesata sarà il voto finale.

L’esame del corso Elementi Costruttivi è orale e parte dalla discussione dell’elaborato di esercitazione progettuale. Saranno poste tre domande, che mirano a verificare la conoscenza degli argomenti (50% della valutazione), la capacità di articolare un ragionamento sull'impostazione della soluzione di problematiche progettuali (30% della valutazione) con un uso appropriato della terminologia tecnica (20% della valutazione).

Altre informazioni 

Le condizioni necessarie per l’acquisizione della frequenza e l’accesso all’esame sono:
- l’iscrizione al Laboratorio, effettuata sulla relativa pagina sul sito Moodle (http://moodle2.units.it)
- la frequenza delle lezioni accertata dalle firme (minimo 80% degli incontri, ovvero 10 lezioni e 8 esercitazioni, oltre agli incontri iniziale e verifica/validazione finale)
- la regolare esecuzione dell'esercitazione, validata dal docente del Laboratorio e la consegna entro i termini stabiliti.
La frequenza è obbligatoria e una volta conseguita vale per l’accesso alle sessioni d’esame dell’AA in corso e quello successivo (termine ultimo: sessione straordinaria del secondo anno di validità).

Testi di riferimento 

Specifiche letture saranno consigliate durante lo svolgimento del corso, di supporto ai testi sotto riportati. I files in Power Point curati dal Docente e mostrati a lezione sono solo una traccia suggestiva per sollecitare l’interesse e la partecipazione alla lezione: a tal fine, quando possibile, saranno messi a disposizione degli studenti il giorno prima della lezione programmata, su Moodle, come scaletta utile a seguire i temi affrontati e base per gli appunti da prendere in aula.

Testi per la preparazione dell’esame:
A.Deplazes (a cura di), Constructing Architecture. Materials process structures. A handbook. Birkhäuser, Basilea, 2013
Enrico Mandolesi - Edilizia I. UTET, 1978
Campoli A., Lavagna M., Tecniche e Architettura, CittàStudi, Novara 2013
Mario Salvadori, Matthys Levy , Perché gli edifici stanno in piedi, Bompiani, 2008
Mario Salvadori, Matthys Levy, Perché gli edifici cadono, Bompiani, 2008
E’ consigliata la consultazione delle riviste di tecnologia dell’architettura, presenti nella biblioteca della sede di studio.


Torna all'elenco insegnamenti