Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

LABORATORIO DI PROGETTAZIONE INTEGRATA DELLA CITTA', DEL TERRITORIO E DEL PAESAGGIO (050AR)

A.A. 2018 / 2019

Lingua insegnamento 

Italiano

Obiettivi formativi 

Il Laboratorio si propone di sviluppare in modo avanzato e interdisciplinare le conoscenze tecniche e le capacità progettuali dello studente, ovvero di fornire allo stesso le seguenti competenze conoscitive e capacità:
D1. Conoscenza e capacità di comprensione: durante il Laboratorio lo studente dovrà sviluppare conoscenza e capacità di comprensione della relazione tra uomo e ambiente e tra uomo e paesaggio, con particolare attenzione alla lettura e al progetto degli spazi aperti e alla sostenibilità delle trasformazioni degli insediamenti umani.
D2. Capacità di applicare conoscenza e comprensione: al termine del Laboratorio lo studente dovrà aver sviluppato la conoscenza di strumenti e tecniche di analisi e la capacità di elaborazione di programmi, piani e procedure di valutazione degli impatti ambientali e territoriali, insieme alla capacità di pianificare e progettare interventi di tutela, riqualificazione e trasformazione di spazi urbani ed extraurbani, tenendo conto della molteplicità e complessità delle loro diverse componenti e sempre nell'ottica di una valorizzazione delle strutture insediative e paesaggistiche esistenti.
D3. Autonomia di giudizio: le conoscenze e le abilità progettuali conseguite dovranno portare lo studente ad elaborare in autonomia un progetto di rigenerazione di contesti complessi nella città consolidata, negli insediamenti diffusi, nel territorio agricolo e naturale, mirato all’inserimento sostenibile nel paesaggio di reti insediative e infrastrutturali, alla tutela e alla valorizzazione dei sistemi di patrimoni culturali e ambientali.
D4. Abilità comunicative: al termine del Laboratorio, lo studente avrà appreso forme comunicative adeguate per il riconoscimento dei valori del paesaggio, e sviluppato, nell’ambito del progetto di paesaggio, strumenti per la comunicazione a diversi attori della sua dimensione estetica, di quella sistemico-naturalistica e di quella legata al concetto di patrimonio e valore.
D5. Capacità di apprendimento: lo studente dovrà dimostrare la capacità di apprendere come sottoporre, nei diversi ambiti e alle differenti scale di progetto, scenari e strategie progettuali a forme di valutazione e validazione, attraverso gli strumenti forniti dall'ecologia del paesaggio e dalla valutazione ambientale.

Prerequisiti 

Costituisce prerequisito l'aver frequentato i Laboratori propedeutici al Laboratorio di Progettazione Integrata, come da Regolamento del Corso di Studi.

Contenuti 

Il Laboratorio si compone di 4 moduli, tenuti da altrettanti docenti: Alfredo Altobelli (Ecologia del paesaggio), Alessandra Marin (Progettazione del territorio), Sonia Prestamburgo (Valutazione ambientale e gestione del paesaggio), Adriano Venudo (Progettazione del paesaggio)

Il Laboratorio fornirà agli studenti nozioni relative a piani e programmi di area vasta, alla loro relazione con le politiche territoriali e ambientali e con i piani locali di livello strutturale e attuativo, ai principi della progettazione sostenibile e resiliente del territorio. In questo quadro, verranno proposti specifici approfondimenti sia progettuali, sia teorico-metodologici:
- la rilevazione dati per l’analisi ecologica del paesaggio;
- il progetto delle relazioni tra architettura, spazi urbani e più vasti ambiti territoriali;
- l’analisi teorico-applicativa dei principali strumenti di valutazione e controllo degli impatti;
- l’approccio alla dimensione processuale del progetto, la certificazione ambientale, ecc.
Esercitazioni progettuali e atelier si svolgeranno su casi studio concreti, sempre in collaborazione con docenti di altre discipline, professionisti, esperti provenienti da centri di ricerca e con le amministrazioni locali, e saranno strutturate in modo da integrare le conoscenze acquisite nei diversi moduli didattici.

In particolare, il modulo di Ecologia del paesaggio porterà lo studente a confrontarsi con la moderna ecologia del paesaggio, dove esso rappresenta uno specifico “livello di organizzazione biologica”, dotato di una struttura e una dinamica proprie, e fornirà le conoscenze operative necessarie per l'utilizzo di QGIS, uno dei migliori software Open Source tra i Geographic Information System (Sistemi Informativi Geografici), in termini di funzionalità, flessibilità e facilità d'uso.
Il modulo di Valutazione ambientale e gestione del paesaggio fornirà indicazioni teoriche e pratiche in merito a questioni, dimensioni e ambiti di intervento attinenti a esperienze contemporanee, sviluppate in ambito nazionale e internazionale, di progetto e gestione delle risorse ambientali e del paesaggio. A partire dai principi della progettazione sostenibile e della certificazione ambientale, proporrà l’analisi teorico-applicativa dei principali strumenti di analisi, valutazione, azione e controllo degli impatti, in riferimento all’evoluzione delle normative di interesse e ai diversi livelli di competenza coinvolti nella progettazione di interventi complessi.
Il modulo di Progettazione del territorio affronterà, coordinandolo con le attività di analisi ed elaborazione progettuale, lo studio di ambiti e temi di ricerca che presentano al proprio interno alcune delle più interessanti sfide da raccogliere per chi intende occuparsi del governo del territorio contemporaneo. Il progetto territoriale proporrà, alle scale opportune, nuove forme di utilizzo delle componenti naturali e antropiche esistenti e la loro valorizzazione, anche in rapporto alle trasformazioni storiche e al contesto socio-economico locale.
Infine, il modulo di Progettazione del paesaggio guiderà gli studenti all’acquisizione dei fondamenti della progettazione del paesaggio rispetto alle principali teorie paesistiche e alle principali tecniche di sviluppo e verifica del progetto ambientale. Sarà posta particolare attenzione alla ricostruzione di un orizzonte culturale e di un sapere tecnico, in cui collocare il concetto di paesaggio nell’ambito del landscape urbanism. Concetti chiave:

Metodi didattici 

Il Laboratorio si articolerà in lezioni teoriche, seminari ed esercitazioni pratiche. Le esercitazioni pratiche si svolgeranno in gruppi di al massimo 3 persone.
Oltre alle attività didattiche indicate nel programma dei singoli moduli, che possono essere visualizzati nella piattaforma di e-learning Moodle, il Laboratorio strutturerà lungo tutto il corso dell’anno un’attività di lettura, interpretazione e progetto di un territorio prima ad una scala di area vasta, con approfondimenti alle scale intermedie opportune, volti a individuare elementi e sistemi rilevanti per il progetto di tutela/trasformazione di un territorio identificato nel contesto regionale. A questa scala verranno anche definiti ed elaborati in forma grafica e scritta scenari di trasformazione e visioni per il futuro del territorio che siano in grado di orientare le scelte di progetto alla scala urbana e degli ambiti di paesaggio.
Quindi, ad una scala di dettaglio, verrà svolta l’esercitazione progettuale legata al paesaggio, in cui si richiederà agli studenti di elaborare un progetto (nelle diverse scale alle quali ogni progetto paesaggio è chiamato ad operare – dalla scala 1:1000 alle scale di dettaglio costruttivo) e sperimentare nuovi strumenti operativi e strategie per descrivere, interpretare e trasformare differenti porzioni di spazi aperti, prevalentemente ad uso collettivo, presenti all’interno dell’area già studiata in precedenza.

Le lezioni si terranno a Gorizia, presso la sede del Polo di via Alviano 18.

Programma esteso 

Per consultare il programma esteso ed aggiornato sulla base delle esigenze dimostrate dagli studenti durante il corso, si rinvia alla piattaforma e-learning Moodle.

Modalità di verifica dell'apprendimento 

Le diverse fasi di lavoro verranno scandite attraverso la predisposizione di consegne di esercitazioni intermedie, finalizzate a valutare il progredire del lavoro e al confronto in aula tra docenti e studenti sulle questioni via via affrontate.
Per gli studenti Erasmus, che potranno frequentare solo parte dei 4 moduli del Laboratorio annuale, verrà predisposto un programma di lavoro personalizzato, sulla base del periodo di permanenza in Italia e dei moduli frequentati.
Per sostenere l’esame conclusivo del Laboratorio di Progettazione Integrata della Città, del Territorio e del Paesaggio sarà necessario aver frequentato le lezioni, aver partecipato alle attività seminariali, svolto le esercitazioni proposte ed aver elaborato alcune letture, scelte tra quelle suggerite nella bibliografia ufficiale, o proposte dallo studente stesso, previo accordo con i docenti.
L'esame si svolgerà mediante la presentazione degli elaborati grafici e scritti prodotti da ogni gruppo nel corso del Laboratorio e un contemporaneo colloquio individuale sui temi teorico-disciplinari attinenti al progetto, trattati nel corso delle lezioni ed approfonditi con la lettura di alcuni volumi della bibliografia generale e di quella suggerita di volta in volta a lezione.
La valutazione finale si baserà per 2/3 sul progetto e 1/3 sulla preparazione teorica.

Altre informazioni 

Sulla piattaforma e-learning Moodle saranno resi disponibili, oltre ai programmi dei moduli del Laboratorio, ulteriori materiali da utilizzare per lo studio e l'approfondimento dei vari temi: http://moodle2.units.it

Testi di riferimento 

Testi di riferimento:
Banini T. (a cura di), Identità territoriali. Questioni, metodi, esperienze a confronto, Franco Angeli, Milano 2013
Calzolari V., Storia e Natura come sistema, Argos Roma 1999
Capra F. & Luisi P.L., 2014. Vita e Natura. Una visione sistemica, Aboca
Caravaggi L. (2002), Paesaggi di paesaggi, Meltemi, Roma
Casini M. (2009), Costruire l'ambiente. Gli strumenti e i metodi della progettazione ambientale, HOEPLI Edizioni, Milano
Ciani Scarnicci M., Marcelli A., Pinelli P., Romani A., Russo R. (2014) (a cura di), Economia, ambiente e sviluppo sostenibile, Collana Economia, Franco Angeli Edizioni, Milano.
Clementi A. (2007), Revisioni di paesaggio, Meltemi Editore, Roma
Dall’Ò G., Galante A. (2010), Abitare sostenibile, Il Mulino, Bologna
Donadieu P. (2006), Campagne urbane. Una nuova proposta di paesaggio della città, Mininni M. (a cura di), Collana Saggi, Natura e Artefatto, Donzelli Editore
Donadieu P., Scienze del paesaggio, tra teorie e pratiche, Edizioni ETS, Pisa 2014
Fabbri P. (2007), Principi ecologici per la progettazione del paesaggio, Collana - Il Paesaggio, Franco Angeli, Milano
Fabbri P. (2010), Paesaggio e reti. Ecologia della funzione e della percezione, Collana - Il Paesaggio, Franco Angeli, Milano
Ferrari C. & Pezzi G., 2013. L’ecologia del paesaggio. Il Mulino
Gaeta L., U. Janin Rivolin, L. Mazza, Governo del territorio e pianificazione spaziale, Città Studi, Novara 2013
Gardi C., N. Dall’Olio, S. Salata, L’insostenibile consumo di suolo, Edicom Edizioni, Monfalcone 2013
Ingegnoli V., 2011. Bionomia del paesaggio. L’ecologia del paesaggio biologico-integrata per la formazione di un «medico» dei sistemi ecologici. Springer–Verlag Italia
Lanzani A., V. Fedeli (a cura di), Il progetto di territorio e paesaggio, Franco Angeli, Milano 2004.
Lynch K., Hack G., Site Planning, third edition, The Mit Press, Cambridge, 1984
Malcevschi S., Zerbi M.C. (a cura di) (2007), Ecosistema, paesaggio e territorio. Tre prospettive complementari nel rapporto uomo-ambiente, Società Geografica Italiana
McHarg Ian L. (2007), Progettare con la natura, Franco Muzzio Editore, Bologna, ristampa 1989/2007.
Moriani G., Ostoich M., Del Sole E. (a cura di) (2008), Metodologie di valutazione ambientale. Fondamenti teorici, modelli, strumenti applicativi e gestionali, Franco Angeli, Milano
Norberg-Schulz C., Genius loci. Paesaggio ambiente architettura, Electa, Milano, 1979
Odum P.E. & Barret G.W., 2007. Fondamenti di ecologia. III edizione italiana. Piccin Nuova Libreria
Pandakovic D., Dal Sasso A., Saper vedere il paesaggio, Torino, UTET Università, 2009
Panzini F., Progettare con la natura, Zanichelli, Bologna, 2009
Poli D. (a cura di), Il progetto territorialista, numero monografico di “Contesti. Città, territori, progetti”, 2, 2010
Romani V., Il Paesaggio. Teoria e pianificazione, Franco Angeli Milano 1994, Angeli Milano 1994
Spirn A. W., The language of landscape, Yale University Press, New Haven, 1998
Tacchi E. M. (2004), Sostenibilità ambientale e partecipazione. Modelli applicativi ed esperienze di Agenda 21 locale in Italia, Franco Angeli, Milano
Trisciuoglio M., Barosio M., Ramello M., Architecture and Places. Progetto culturale e memoria dei luoghi, Celid, Torino, 2014
Turri E., Il paesaggio come teatro. Dal territorio vissuto al territorio rappresentato, Marsilio, Venezia, 1998
Turri E., Semiologia del paesaggio italiano, Longanesi, Milano, 1979
Turri E., La conoscenza del territorio. Metodologia per un’analisi storico‐geogra