Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

Requisiti e modalità

Per l'ammissione al corso di laurea in Servizio sociale, data la specifica prospettiva di professionalizzazione, lo studente deve dimostrare di possedere (tramite prova scritta di idoneità con domande a risposta multipla e domande a risposta aperta), le conoscenze generali caratterizzanti il corso. In particolare esse sono riferite a:
1. Capacità di esporre fedelmente e con linguaggio appropriato un testo narrativo, scientifico, divulgativo, poetico, dimostrando di averne colto il senso;
2. Capacità di argomentare, e cioè di dire " il perché" delle tesi incontrate in un testo di studio, di arricchirle con considerazioni, di sostenere un problema od una ipotesi con una serie di motivazioni e di argomenti;
3. Capacità di fare la sintesi del capitolo di un testo;
4. Capacità di stabilire dei collegamenti e di fare dei confronti tra movimenti di pensiero, testi, autori;
5. Capacità di produrre dei testi scritti che siano corretti sul piano della lingua e adeguati all'intento;
6. Capacità di comprendere testi scritti in una lingua straniera;
7. Capacità di orientamento su temi di attualità;
8. Capacità di assumere iniziative personali di ricerca bibliografica;
9. Possesso delle conoscenze di base e capacità di orientamento nell'ambito delle principali materie scolastiche;
10. Capacità di riconoscere criticamente dilemmi etici e motivazioni dell’intervento professionale nell’ambito delle competenze a cui il corso di studi è volto.
Il regolamento didattico del corso definisce gli eventuali obblighi formativi aggiuntivi nel caso in cui la verifica delle conoscenze richieste per l'accesso non sia positiva.

Modalità:

Trattandosi di un corso a numero programmato, la prova d’accesso è regolata annualmente dall’apposito bando d’Ateneo e si svolge tramite prova scritta di idoneità sia con domande chiuse a risposta multipla sia con domande aperte.
In ogni caso la prova scritta prevede una parte relativa alla comprensione e produzione in lingua italiana.
Il mancato superamento della prova d’accesso secondo la votazione minima prevista dal bando comporterà l’inserimento dell’Obbligo Formativo Aggiuntivo (OFA) di Lingua Italiana nel piano degli studi. Tale OFA corrisponde a zero CFU – TAF F. Gli esami per l’assolvimento di tale OFA si terranno nelle sessioni di esame anticipata, ordinaria e straordinaria del 1° anno di corso. Lo studente che non avrà assolto l’OFA entro ottobre verrà iscritto in qualità di condizionato al 2° anno. Il mancato assolvimento del suddetto OFA entro la fine della sessione di esami straordinaria dell’anno accademico di immatricolazione comporterà l’iscrizione in qualità di ripetente del 1° anno.
Per gli studenti che non superassero la soglia minima di preparazione è appositamente attivato il corso di Lingua italiana al fine di permettere il conseguimento delle competenze linguistiche richieste.

Maggiori informazioni sulle modalità di ammissione e di verifica dei requisiti d'accesso sono reperibili sul sito web del corso di laurea.