Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

STORIA DEL PENSIERO FILOSOFICO (220LE)

A.A. 2019 / 2020

Periodo 
Primo semestre
Crediti 
6
Durata 
30
Tipo attività formativa 
Base
Percorso 
[LE07+3+ - Ord. 2017] letterature, comunicazione e spettacolo
Mutuazione 
Mutuato: LE04 - 220LE - STORIA DEL PENSIERO FILOSOFICO
Syllabus 
Lingua insegnamento 

ITALIANO

Obiettivi formativi 

Gli studenti assimilano le nozioni essenziali relative alla metodologia specifica della disciplina e al suo linguaggio.
Più in dettaglio, gli studenti: 
D1. leggono e utilizzano correttamente testi di filosofia cogliendone pienamente il senso e le implicazioni; 
D2. sono in grado di applicare queste conoscenze nel contesto di discussioni, elaborati scritti o presentazioni condotte secondo le metodologie tipiche dell’interazione filosofica didattica e scientifica internazionale; 
D3. sono capaci di esprimere giudizi autonomi in merito ai temi trattati; 
D4. sono in grado di trasmettere agli altri studenti in aula e al docente in modo chiaro e appropriato idee e concetti relativi ai temi trattati;
 D5. possiedono una sufficiente autonomia nel giudizio e nella ricerca bibliografica, così da poter eventualmente approfondire ulteriori aspetti.

Prerequisiti 

Molti studenti provengono da scuole dove il decorso storico del pensiero filosofico è stato affrontato nel triennio. Questo non costituisce tuttavia un prerequisito. Per gli studenti che non hanno mai svolto questo percorso (compresi studenti Erasmus) sono previsti percorsi di avviamento particolari e specifici. In ogni caso, nelle prime settimane di lezione ci si sofferma in particolare sulla necessità di riprendere i temi trattati (se del caso) durante il percorso precedente da un nuovo punto di vista, con nuova e maggiore consapevolezza metodologica.

Contenuti 

L’insegnamento offre anzitutto un’introduzione alla metodologia e ai problemi specifici della storiografia filosofica, per poi procedere ad applicare le conoscenze acquisite all’analisi di un testo classico della storia della filosofia. In questo percorso, numerosi e continui sono riferimenti a periodi, momenti e tendenze generali della storia del pensiero filosofico, così da offrire strumenti che facilitano l’orientamento degli studenti nello studio delle diverse epoche e figure del pensiero filosofico. Gli studenti in tal modo sviluppano capacità di ricerca autonoma a diversi livelli, dallo studio manualistico di base alla capacità di argomentazione critica sui fondamenti meta-filosofici della disciplina. Viene proposta e discussa in particolare l’idea che la prospettiva specificamente storiografica sia una componente non esclusiva né prioritaria, ma tuttavia imprescindibile nell’elaborazione filosofica di qualità, superando forme obsolete di conflittualità e proponendo un modello di integrazione tra la storiografia filosofica e le altre discipline, approcci e metodologie che arricchiscono il sapere filosofico.

Metodi didattici 

Il raggiungimento degli obiettivi prefissati è ottenuto tramite l’analisi guidata di testi di letteratura primaria e secondaria, alla luce di materiali integrativi, discussioni e interazioni di natura seminariale. In aggiunta, vengono fornite indicazioni metodologiche di base sulla ricerca bibliografica (finalità, strumenti) e le modalità di citazione, grazie a un’analisi integrata degli strumenti messi a disposizione da istituzioni di ricerca (a partire dall’Università) e tecnologie informatiche. In tal modo gli studenti acquisiscono autonomia nel reperimento e utilizzo della letteratura scientifica internazionale, nella scelta critica e consapevole dei temi di ricerca adatti alle proprie esigenze e attitudini, nonché nella comprensione e interpretazione dei testi.

Modalità di verifica dell'apprendimento 

La prova orale finale consiste in un colloquio sui temi previsti dal programma. Gli studenti vengono invitati a una partecipazione attiva al corso fin dalla prima settimana, sia tramite la discussione in aula sia tramite l’utilizzo di piattaforme online dedicate (moodle). Questo risponde all’esigenza di evitare che l’ampiezza e la specificità della disciplina fungano da dissuasori a una partecipazione attiva, rischiando così di lasciare delle zone d’ombra nella comprensione e piena assimilazione dei contenuti. Per i non frequentanti che lo richiedono sono previsti supporti didattici specifici.

Altre informazioni 

Per ulteriori informazioni si veda la pagina moodle dell'insegnamento (in corso di attivazione). La pagina contiene informazioni sul corso (orari, luoghi, ecc.), e sulle modalità d’esame; avvisi in merito allo svolgimento del corso (eventuali spostamenti); materiali relativi al corso; il riassunto schematico delle lezioni e altre informazioni. Le informazioni verranno immesse prima dell’inizio delle lezioni, la pagina sarà aggiornata durante lo svolgimento del corso.

Testi di riferimento 

PROGRAMMA PER 6 CFU
1) I. Kant, Antropologia dal punto di vista pragmatico, in Scritti morali, Torino, Utet, 1970), pp. 3-219. Altre edizioni: Laterza, Einaudi.
2) R. Martinelli, Antropologia, in L'universo Kantiano, Macerata, quodlibet, pp. 9-52.
PROGRAMMA PER 9 CFU:
1) I. Kant, Antropologia dal punto di vista pragmatico, in Scritti morali, Torino, Utet, 1970), pp. 3-219. Altre edizioni: Laterza, Einaudi.
2) R. Martinelli, Antropologia, in L'universo Kantiano, Macerata, quodlibet, pp. 9-52.
3) R. Martinelli, Uomo, natura, mondo. Il problema antropologico in filosofia, Bologna Il Mulino.
PROGRAMMA AGGIUNTIVO PER NON FREQUENTANTI:
G. Tonelli, Cos’ è la storia della filosofia?, in Da Leibniz a Kant. Saggi sul pensiero del Settecento, Napoli, Prismi, 1987, pp. 295-309 [disponibile nel moodle del corso].


Torna all'elenco insegnamenti