Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

INFERMIERISTICA MATERNO INFANTILE (193ME - 2017)

Docente 
Periodo 
Primo semestre
Crediti 
2
Durata 
24
SSD 
MED/38
TAF 
Caratterizzante
Syllabus 
Lingua insegnamento 

Italiano

Obiettivi formativi 

Conoscere e saper interpretare segni e sintomi in età pediatrica, conoscere le più frequenti patologie organo specifiche dell’età pediatrica e saper affrontare problematiche assistenziali tipiche dell'età pediatriche.

Prerequisiti 

Conoscenze generali di biochimica, fisiologia, anatomia

Contenuti 

FEBBRE
Febbre e Febbricola.
Febbre senza segni di localizzazione di breve durata (7 giorni). Le cause di queste febbri: infettive, immunologiche, oncologiche.
Febbre nel bambino d’età inferiore a 30 giorni, tra 30-90, tra 91-36, >37; segni e sintomi associati, ezipatogenesi della febbre tra le 4 classi d’età. La febbre e la genetica Strumenti diagnostici di laboratorio e d’immagine.
VOMITO
Vomito nel neonato: malattie metaboliche, malformazioni gastro-intestinali (atresia esofagea, atresia o stenosi del piloro, atresia intestinale a qualunque livello). Vomito del lattante: acuto (infezione gastro-intestinale, invaginazione, volvolo). Vomito nel bambino più grandicello: acuto (gastroenterite infettiva), vomito ciclico (emicrania addominale). Strumenti diagnostici d’immagine.
DIARREA
Acuta: infettiva (rotavirus). Età del bambino, la disidratazione, il peso, la reidratazione. Cronica: infettiva, da colonizzazione alta del tenue da parte di batteri; sensibilizzazione alle proteine alimentari (proteine del latte vaccino).
LA CRESCITA
I Percentili e i fabbisogni calorici, previsione della statura finale
Nel primo mese di vita: latte materno.
Dopo il primo mese e nel primo anno di vita: vomito, malassorbimento, maldigestione.
Nel bambino più grande fino ai 9 anni: non solo crescita ponderale ma anche statura : malassorbimento, difetto ormonale (ormone della crescita, GH) e sindromi (Turner). Strumenti diagnostici di laboratorio e d’immagine.
NEONATO
Valutazione clinica del neonato alla nascita, crescita, fabbisogno calorico, l’allattamento al seno e il latte materno.
MODELLO DI MALATTIA GENETICA E PROBLEMATICHE DI ASSISTENZA INFERMIERISTICA
Autosomica recessiva: fibrosi cistica.
SCREENING
Criteri generali per organizzare un progetto di screening: Esempi sul campo: malattia celiaca, ipotiroidismo, fibrosi cistica.

Metodi didattici 

Lezioni frontali con materiale originale in formato power point o filmati, lezioni interattive con presentazione di casi clinici, esecuzione di test diagnostici rapidi e semplici "al letto del malato"

Programma esteso 

FEBBRE
Febbre e Febbricola.
Febbre senza segni di localizzazione di breve durata (7 giorni). Le cause di queste febbri: infettive, immunologiche, oncologiche.
Febbre nel bambino d’età inferiore a 30 giorni, tra 30-90, tra 91-36, >37; segni e sintomi associati, ezipatogenesi della febbre tra le 4 classi d’età. La febbre e la genetica Strumenti diagnostici di laboratorio e d’immagine.
VOMITO
Vomito nel neonato: malattie metaboliche, malformazioni gastro-intestinali (atresia esofagea, atresia o stenosi del piloro, atresia intestinale a qualunque livello). Vomito del lattante: acuto (infezione gastro-intestinale, invaginazione, volvolo). Vomito nel bambino più grandicello: acuto (gastroenterite infettiva), vomito ciclico (emicrania addominale). Strumenti diagnostici d’immagine.
DIARREA
Acuta: infettiva (rotavirus). Età del bambino, la disidratazione, il peso, la reidratazione. Cronica: infettiva, da colonizzazione alta del tenue da parte di batteri; sensibilizzazione alle proteine alimentari (proteine del latte vaccino).
LA CRESCITA
I Percentili e i fabbisogni calorici, previsione della statura finale
Nel primo mese di vita: latte materno.
Dopo il primo mese e nel primo anno di vita: vomito, malassorbimento, maldigestione.
Nel bambino più grande fino ai 9 anni: non solo crescita ponderale ma anche statura : malassorbimento, difetto ormonale (ormone della crescita, GH) e sindromi (Turner). Strumenti diagnostici di laboratorio e d’immagine.
NEONATO
Valutazione clinica del neonato alla nascita, crescita, fabbisogno calorico, l’allattamento al seno e il latte materno.
MODELLO DI MALATTIA GENETICA E PROBLEMATICHE DI ASSISTENZA INFERMIERISTICA
Autosomica recessiva: fibrosi cistica.
SCREENING
Criteri generali per organizzare un progetto di screening: Esempi sul campo: malattia celiaca, ipotiroidismo, fibrosi cistica.

Modalità di verifica dell'apprendimento 

Esame scritto a risposta multipla rigurdante la soluzione di casi clinici, utilizzo razionale di test diagnostici per i casi clinici presi in considerazione, scelta di protoccoli diagnostici per il caso proposto

Testi di riferimento 

Assistenza infermieristica in pediatria
Badon P, Cesaro S.
Casa Editrice Ambrosiana