Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

STORIA ECONOMICA GLOBALE (620SP)

A.A. 2019 / 2020

Periodo 
Primo semestre
Crediti 
6
Durata 
40
Tipo attività formativa 
A scelta dello studente
Percorso 
[PDS0-2018 - Ord. 2018] comune
Syllabus 
Lingua insegnamento 

ITALIANO

Obiettivi formativi 

Conoscenza e capacità di comprensione
Individuare i fattori strutturali dei diversi sistemi economici nelle loro dinamiche temporali; darne descrizione formale; analizzarne i modi di funzionamento e, comparativamente, coglierne gli esiti.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Riuscire a cogliere i modi di funzionamento dei sistemi economici in cui ci si trova a operare, cogliendone stratificazioni e meccanismi, per individuare specificità, caratteristiche e possibili modi di operare.

Autonomia di giudizio
Capacità critiche e di analisi nel valutare i processi concernenti le dinamiche economiche delle diverse aree geopolitiche e ambiti.

Abilità comunicative
Esporre le tematiche affrontate; costruire ed esporre relazioni per il pubblico; difendere i propri punti di vita in un contraddittorio; attrarre consenso per le proprie tesi.

Capacità di apprendimento
Assumere gli strumenti fondamentali del metodo storico quale modo di conoscenza dei sistemi economico-sociali.

Prerequisiti 

Non sono richiesti prerequisiti

Contenuti 

Le strutture profonde dell'economia dal Neolitico alla globalizzazione e la loro evoluzione lette con particolare attenzione all’evoluzione e i diversi modi dello sviluppo delle varie aree geografiche e politiche del globo e le relazioni economiche che si istaurano tra esse
- Identificazione delle diverse aree economiche del mondo e la loro evoluzione
- energia, popolazione e risorse;
- strutture e sovrastrutture, narrazioni e linguaggi, scambi e mercati, commercio e produzione; consumo
- crisi e crescita;
- denaro, debito, credito e proprietà.
- spazio, prossimità e economia;
- i sistemi agrari;
- i grandi cicli dell'economia;
- l'industrializzazione e l'innovazione tecnologica;
- la supremazia del modello europeo e i rapporti (diadici) centri e periferie;
- capitalismo, fordismo e nazione;
- Il novecento
- l’unione economica europea
- globalizzazione e rivoluzione informatica;
- la crisi sistemica globale e la finanziarizzazione dell’economia.

Metodi didattici 

Lezioni frontali con costante interazione con gli studenti frequentanti che saranno chiamati a partecipare attivamente alle lezioni, attraverso la discussione dei temi trattati, la esposizioni dei bilanci finali al termine di ogni lezione e la proposizione dei dubbi e degli argomenti svolti all'inizio; inoltre è prevista da parte degli studenti frequentanti la predisposizione di atti, abstract e del report conclusivo di ogni singola parte.

Programma esteso 

Le strutture profonde dell'economia dal neolitico alla globalizzazione:
- energia, popolazione e risorse;
- strutture e sovrastrutture, narrazioni e linguaggi, scambi e mercati, commercio e produzione; consumo
- crisi e crescita;
- denaro, debito, credito e proprietà.
- spazio, prossimità e economia;
- i sistemi agrari;
- i grandi cicli dell'economia;
- l'industrializzazione e l'innovazione tecnologica;
- la supremazia del modello europeo e i rapporti (diadici) centri e periferie;
- capitalismo, fordismo e nazione;
- Il novecento
- l’unione economica europea
- globalizzazione e rivoluzione informatica;
- la crisi sistemica globale e la finanziarizzazione dell’economia.

Modalità di verifica dell'apprendimento 

Prova orale volta ad accertare il possesso delle competenze, il raggiungimento degli obiettivi cognitivi e delle conoscenze disciplinari previste. Saranno formulate alcune domande su tutte le parti oggetto del programma con riferimenti ai testi consigliati.
Saranno attuate anche attività di verifica durante il corso ed è prevista la possibilità di presentare un approfondimento su uno degli assi tematici del corso.
Per raggiungere la soglia della sufficienza lo studente deve dimostrare conoscenza e comprensione degli argomenti almeno nelle linee generali e un accettabile raggiungimento degli obiettivi cognitivi. Inoltre deve e possedere capacità argomentative tali da consentire la trasmissione delle sue conoscenze.
30-30 e lode: ottima conoscenza degli argomenti; ottima padronanza di linguaggio ed eccellente capacità analitica.
26-29: buona padronanza degli argomenti, buon raggiungimento degli obiettivi cognitivi r piena proprietà di linguaggio
24 – 25: discreta conoscenza di base dei principali argomenti, discreta proprietà di linguaggio e discreto raggiungimento degli obiettivi cognitivi
21-23: conoscenze soddisfacente dei principali argomenti e soddisfacente proprietà di linguaggio
18 – 20: minima conoscenza di base degli argomenti e minima capacità di linguaggio.

Altre informazioni 

Si richiede una frequenza attiva, critica e partecipativa

Testi di riferimento 

Il programma di esame consiste in una lettura a scelta per ognuno dei gruppi 1, 2 e 3. Per i frequentanti, a integrazione o sostituzione di questo, possono essere indicate altre letture, in accordo con gli studenti e per definire percorsi individuali di studio.
1) P. Malanima, Uomini, risorse, tecniche nell'economia europea dal X al XIX secolo, Bruno Mondadori, 2003
G. Arrighi, Il lungo XX secolo, Denaro, potere e le origini del nostro tempo, Il Saggiatore, 2014 (5 capitoli a scelta dello studente)
David S. Landes, La ricchezza e la povertà delle nazioni. Perché alcune sono così ricche e altre così povere
Garzanti 2002 (5 capitoli a scelta dello studente)

2) Mokyr J., Leggere la rivoluzione industriale, Il Mulino
Allen C.R, La rivoluzione industriale inglese, Il Mulino (pp. 7 - 164, 293 - 333)

3) I. Wallerstain , T. Hopkins (a cura di), L' era della transizione. Le traiettorie del sistema-mondo (1945-2025) Asterios 1997 (introduzione e conclusioni)
D. Andreozzi, Frantumi. Cittadinanze, diritti e spazi dall'Antico regime alla crisi globale, in D. Andreozzi, S. Tonolo (a cura di), La cittadinanza molteplice. Ipotesi e comparazioni, Trieste, Eut, 2016, pp. 9 - 23
D. Andreozzi, Senza rete. Crisi sistemica globale, lavoro e potere nel XXI secolo, in L. Salmieri, A Verrocchio (a cura di) Di condizione precaria. Sguardi trasversali tra genere, lavoro e non lavoro, Trieste, EUT, 2015, pp. 81 – 102


Torna all'elenco insegnamenti