Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

DIRITTO INTERNAZIONALE PRIVATO (615SP)

A.A. 2019 / 2020

Docenti 
Periodo 
Secondo semestre
Crediti 
6
Durata 
40
Tipo attività formativa 
Affine/Integrativa
Percorso 
[PDS0-2018 - Ord. 2018] comune
Syllabus 
Lingua insegnamento 

ITALIANO

Obiettivi formativi 

Il corso si propone di offrire agli studenti le seguenti conoscenze e competenze.

[Conoscenza e capacità di comprensione]: una conoscenza avanzata di un ambito particolare del diritto internazionale, ovvero quello del diritto internazionale privato e processuale.

[Conoscenza e capacità di comprensione applicate]: gli studenti del corso acquisiranno inoltre la competenza avanzata nell’applicazione delle conoscenze acquisite alla soluzione dei problemi centrali della disciplina quali la determinazione del giudice competente, il riconoscimento delle decisioni straniere e la determinazione della legge applicabile ad una fattispecie collegata a diversi ordinamenti.

[Autonomia di giudizio]: tramite il corso gli studenti acquisteranno la capacità di comprendere autonomamente testi normativi e di impegnarsi in riflessioni proprie sui temi e gli argomenti trattati durante il corso per cercare la migliore soluzione dei problemi dettati dal conflitto di ordinamenti potenzialmente applicabili.

[Abilità comunicative]: L’insegnamento è volto a sviluppare le competenze tecniche e argomentative, nonché le capacità di redigere un report scritto che individui la soluzione di casi in cui si verifichi un conflitto di leggi.

[Capacità di apprendere]: essere in grado di reperire e consultare le fonti normative e i casi giurisprudenziali anche tramite i principali siti web concernenti le organizzazioni internazionali attive in tale ambito disciplinare.

Prerequisiti 

E’ richiesta una buona conoscenza del diritto internazionale pubblico e del diritto dell’Unione europea. Sono utili conoscenze giuridiche ulteriori quali ad es. quelle di diritto privato o di diritto del commercio internazionale.

Contenuti 

Le fonti del diritto internazionale privato e processuale: fonti nazionali, internazionali, comunitarie.
La competenza internazionale del giudice italiano. Il riconoscimento e l’esecuzione delle decisioni straniere.
Il diritto applicabile alle fattispecie che presentano elementi di estraneità. Struttura della norma di diritto internazionale privato. Fattispecie e criteri di collegamento.
Applicazione ed interpretazione delle norme del diritto internazionale privato.
Legge applicabile alla capacità delle persone fisiche e giuridiche, ai diritti della persona, ai diritti reali, ai rapporti di famiglia e alle successioni, alle obbligazioni contrattuali e non contrattuali.

Metodi didattici 

Lezioni e analisi di testi. Il programma del corso sarà interamente svolto a lezione. Gli studenti, a lezione, saranno stimolati al dibattito sui temi più attuali del diritto internazionale privato.
Il corso si divide in tre parti: una concernente l’ambito processuale (individuazione del giudice competente e riconoscimento delle decisioni straniere), una in tema di questioni generali e una di approfondimento sulla parte speciale della materia.

Programma esteso 

Diritto internazionale privato
Prof. Sara Tonolo
sara.tonolo@dispes.units.it - II semestre – (6 crediti)

Contenuti

Le fonti del diritto internazionale privato e processuale: fonti nazionali, internazionali, comunitarie.
La competenza internazionale del giudice italiano. Il riconoscimento e l’esecuzione delle decisioni straniere.
Il diritto applicabile alle fattispecie che presentano elementi di estraneità. Struttura della norma di diritto internazionale privato. Fattispecie e criteri di collegamento.
Applicazione ed interpretazione delle norme del diritto internazionale privato.
Legge applicabile alla capacità delle persone fisiche e giuridiche, ai diritti della persona, ai diritti reali, ai rapporti di famiglia e alle successioni, alle obbligazioni contrattuali e non contrattuali.
Obiettivi

Il corso si propone di offrire agli studenti le seguenti conoscenze e competenze.

[Conoscenza e capacità di comprensione]: una conoscenza avanzata di un ambito particolare del diritto internazionale, ovvero quello del diritto internazionale privato e processuale.

[Conoscenza e capacità di comprensione applicate]: gli studenti del corso acquisiranno inoltre la competenza avanzata nell’applicazione delle conoscenze acquisite alla soluzione dei problemi centrali della disciplina quali la determinazione del giudice competente, il riconoscimento delle decisioni straniere e la determinazione della legge applicabile ad una fattispecie collegata a diversi ordinamenti.

[Autonomia di giudizio]: tramite il corso gli studenti acquisteranno la capacità di comprendere autonomamente testi normativi e di impegnarsi in riflessioni proprie sui temi e gli argomenti trattati durante il corso per cercare la migliore soluzione dei problemi dettati dal conflitto di ordinamenti potenzialmente applicabili.

[Abilità comunicative]: L’insegnamento è volto a sviluppare le competenze tecniche e argomentative, nonché le capacità di redigere un report scritto che individui la soluzione di casi in cui si verifichi un conflitto di leggi.

[Capacità di apprendere]: essere in grado di reperire e consultare le fonti normative e i casi giurisprudenziali anche tramite i principali siti web concernenti le organizzazioni internazionali attive in tale ambito disciplinare.
Prerequisiti

E’ richiesta una buona conoscenza del diritto internazionale pubblico e del diritto dell’Unione europea. Sono utili conoscenze giuridiche ulteriori quali ad es. quelle di diritto privato o di diritto del commercio internazionale.
Metodi didattici
Lezioni e analisi di testi. Il programma del corso sarà interamente svolto a lezione. Gli studenti, a lezione, saranno stimolati al dibattito sui temi più attuali del diritto internazionale privato.
Il corso si divide in tre parti: una concernente l’ambito processuale (individuazione del giudice competente e riconoscimento delle decisioni straniere), una in tema di questioni generali e una di approfondimento sulla parte speciale della materia.
Testi e materiale didattico

Conetti, Tonolo, Vismara, Manuale di diritto internazionale privato italiano, Torino, Giappichelli, 3° ed., 2017.
Il testo verrà integrato con gli appunti delle lezioni e altri materiali quali le sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo, gli atti dell’Unione europea e le sentenze della Corte di giustizia dell’Unione europea, disponibili su moodle2.
Orario di ricevimento

Di regola si riceve a Trieste mercoledì ore 10.00 – 12.00.
E’ sempre possibile contattare il docente via

Modalità di verifica dell'apprendimento 

La valutazione finale, con voto in trentesimi, consegue ad una prova orale. L'esame orale, in forma di colloquio con l'esaminatore, di circa venti minuti, verterà su argomenti e concetti spiegati ed esposti a lezione, e riprodotti sinteticamente nei contenuti del Syllabus. Oggetto di valutazione saranno altresì la capacità di analizzare criticamente, discutere e valutare casi attuali. La struttura del colloquio si articola in tre parti: la prima sul diritto processuale internazionale; la seconda sulle questioni generali del diritto internazionale privato; e la terza sulle soluzioni dei casi specifici concernenti la disciplina del contratto internazionale, del matrimonio tra cittadini e stranieri, dell’adozione internazionale, della sottrazione internazionale, del rapporto di filiazione, del confronto con gli istituti dei paesi islamici. Il superamento di ogni parte è necessario ai fini del superamento dell’esame e la valutazione di ciascuna parte contribuisce alla definizione della valutazione finale. La soglia della sufficienza sarà raggiunta quando lo Studente avrà dimostrato conoscenza e comprensione delle fonti e degli istituti, nonché competenze applicative minime. Al di sotto di tali soglie, l’esame risulterà insufficiente. Il voto della prova orale viene comunicato immediatamente al termine della prova.
Dopo la fine delle lezioni è prevista una verifica scritta, per gli studenti frequentanti che preferiscano tale modalità di esame, e che abbiano seguito almeno il 70 per cento delle lezioni. La prova scritta di circa tre ore si articolerà in tre parti: la prima sul diritto processuale civile internazionale; la seconda sulle questioni generali del diritto internazionale privato; e la terza sulle soluzioni dei casi specifici. Il superamento di ogni parte è necessario ai fini del superamento dell’esame e la valutazione di ciascuna parte contribuisce alla definizione della valutazione finale dell’esame. Il voto della verifica scritta viene comunicato all’esito della correzione su moodle e sul sito del Dipartimento, e lo studente può comunicare via mail l’accettazione del voto.

Altre informazioni 

Orario di ricevimento

Di regola si riceve a Trieste mercoledì ore 10.00 – 12.00.
E’ sempre possibile contattare il docente via mail (sara.tonolo@dispes.units.it) per fissare appositi incontri soprattutto ai fini delle tesi. Nel periodo del corso, è possibile concordare il ricevimento prima e dopo le lezioni.

Testi di riferimento 

Conetti, Tonolo, Vismara, Manuale di diritto internazionale privato italiano, Torino, Giappichelli, 3° ed., 2017.
Il testo verrà integrato con gli appunti delle lezioni e altri materiali quali le sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo, gli atti dell’Unione europea e le sentenze della Corte di giustizia dell’Unione europea, disponibili su moodle2.


Torna all'elenco insegnamenti