Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

DIRITTO DELL'AMBIENTE COMPARATO (633SP)

A.A. 2019 / 2020

Periodo 
Primo semestre
Crediti 
6
Durata 
60
Tipo attività formativa 
A scelta dello studente
Percorso 
[PDS0-2018 - Ord. 2018] comune
Syllabus 
Lingua insegnamento 

Italiano
Per la lettura di taluni documenti e per lo svolgimento degli incontri di approfondimento è necessaria una buona comprensione della lingua inglese

Obiettivi formativi 

L’insegnamento si propone di sensibilizzare ad un approccio ecologico alle scienze giuridiche e di fornire conoscenze articolate della normativa e degli orientamenti dottrinali e giurisprudenziali nel campo del diritto dell’ambiente nelle sue dimensioni internazionale, europea, nazionale e comparata. Si intende così favorire l’accesso degli studenti verso sbocchi lavorativi che richiedano specifiche competenze connesse con la tutela dell’ambiente nei settori pubblico, privato e del no profit.

Prerequisiti 

Competenze generali nei campi del diritto pubblico, del diritto dell’Unione europea e del diritto internazionale.
Non è richiesta nessuna propedeuticità specifica.

Contenuti 

Approccio ecologico alle scienze giuridiche, emersione e “materializzazione”. dell’interesse ambientale. Ricognizione generale delle fonti (internazionali, europee e nazionali) e studio delle dinamiche specifiche del diritto ambientale (in particolare responsabilità e conflitti). Comparazione di processi di costituzionalizzazione del diritto ad un ambiente salubre.
Individuazione dei soggetti portatori di interesse, delle funzioni, delle strutture amministrative e dei procedimenti. Focus su diritto di accesso, partecipazione e servizi ecosistemici. Interesse considerati: governo del territorio, le aree protette e il paesaggio, le risorse idriche, l’energia, i rifiuti, l’alimentazione, l’aria, gli inquinamenti elettromagnetici ed acustici.
Approfondimento sul cambiamento climatico e sul relativo contenzioso.

Metodi didattici 

Il corso si svolge attraverso lezioni frontali e con la presentazione di specifici cases giurisprudenziali. È previsto l’intervento in aula di esperti riconosciuti del settore.

Programma esteso 

Dopo un’introduzione al nuovo approccio ecologico alle scienze giuridiche, il corso presenta la progressiva emersione dell’interesse ambientale nella sfera giuridica e la sua connessa “materializzazione”. Esso prosegue con una ricognizione generale delle principali fonti internazionali, europee e nazionali (Costituzione e Codice dell’ambiente) e con un’illustrazione delle dinamiche specifiche del diritto ambienta-le, con particolare riferimento ai regimi di responsabilità e alla soluzione delle con-troversie.
L’approccio comparatistico è focalizzato sulla costituzionalizzazione del diritto ad un ambiente salubre, con riferimento soprattutto ai Paesi di democrazia liberale, alle Costituzioni del post-colonialismo e al costituzionalismo ambientale latino-americano.
Con un approccio non esclusivamente teorico, sono presentati i soggetti portatori di interesse, le funzioni e l’organizzazione dell’amministrazione e i principali procedimenti previsti dall’ordinamento (pianificazioni; autorizzazioni a valenza ambientale; determinazioni di standards d) misure economiche e) poteri di ordinanza, sanzionatori e di controllo). Un’attenzione particolare è poi dedicata all’informazione, al diritto di accesso e alla partecipazione in materia di ambiente e alle innovative teorie per la valutazione dei servizi ecosistemici.
I principali ambiti di interesse considerati dal corso comprendono il governo del territorio, le aree protette e il paesaggio, le risorse idriche, l’energia, i rifiuti, l’alimentazione, l’aria, gli inquinamenti elettromagnetici ed acustici.
Il corso si conclude con un approfondimento tematico specifico dedicato alla lotta ai cambiamenti climatici, avendo riguardo alle nuove frontiere giurisprudenziali e allo sviluppo del contenzioso climatico in molteplici paesi.

Modalità di verifica dell'apprendimento 

Una verifica intermedia in forma scritta, della durata di circa un’ora, avrà luogo a metà del corso e sarà comunicata anticipatamente agli studenti.
L’esame finale si svolge in forma di colloquio orale della durata di circa trenta minuti e con valutazione in trentesimi.

Testi di riferimento 

G. Rossi (a cura di), Diritto dell’ambiente, Torino, Giappichelli, 2018 (nella parte III, solo un capitolo a scelta dello studente)


Torna all'elenco insegnamenti