Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

SOCIOLOGIA DELL'AMBIENTE (070SP)

A.A. 2019 / 2020

Periodo 
Primo semestre
Crediti 
6
Durata 
40
Tipo attività formativa 
Affine/Integrativa
Percorso 
[PDS0-2014 - Ord. 2014] comune
Syllabus 
Lingua insegnamento 

Italiano

Obiettivi formativi 

Il corso si propone di fornire agli studenti le seguenti competenze.

D1 - CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE: sviluppare competenze interdisciplinari sui temi ambientali e la comprensione delle questioni rilevanti rispetto alla crisi ambientale

D2 - CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE APPLICATE: acquisire capacità critiche nell’affrontare questioni ambientali complesse

D3 - AUTONOMIA DI GIUDIZIO: sviluppare la capacità di comprendere in modo autonomo testi di diversa natura (scientifici, divulgativi, reportistici) e di assumere una capacità di giudizio indipendente

D4 - ABILITÀ COMUNICATIVE: discutere secondo una prospettiva interdisciplinare il I temi ambientali e saperne comunicare gli aspetti salienti

D5 - CAPACITÀ DI APPRENDERE: essere in grado di reperire e consultare le fonti e la letteratura secondaria e sapere utilizzare in modo congruo, con capacità di discernimento, le informazioni reperibili in rete sui temi ambientali e sulla società del rischio

Prerequisiti 

Interesse e conoscenze generaliste sui temi ambientali.

Contenuti 

Cambiamento climatico, perdita di biodiversità, incessante consumo di suolo, esaurimento delle risorse fossili, rischi derivanti da impianti industriali sono solo alcuni dei problemi che insieme determinano la crisi ambientale, ovvero la rottura del nesso di co-evoluzione tra sistemi sociali e sistemi ecologici. La prospettiva sociologica ci aiuta a comprendere le origini e le cause della crisi e a inquadrare le risposte sociali: come i cittadini, le imprese, le istituzioni, i movimenti intraprendono azioni collettive per l’ambiente. Per fare questo è ncessario un approccio interdisciplinare. Non è possibile fare sociologia dell’ambiente senza porsi anche nella prospettiva di altri campi,come l’ecologia, l’economia, l’analisi delle politiche pubbliche. La sfida che ci pone la crisi ambientale, infatti, è quella della interazione tra regimi di conoscenza, a partire ad esempio dalla costruzione degli indicatori socio-ecologici che ci consentono di misurare i miglioramenti o i peggioramenti dell’ambiente nel quale viviamo.

A partire da queste considerazione, nel corso si affronteranno le seguenti tematiche:

- Inquadramento generale della crisi ambientale;
- Le origini della società del rischio e il contributo della sociologia all’inquadramento della crisi ambientale;
- L’azione collettiva per l’ambiente;
- Il rapporto tra regimi di conoscenza nella questione ambientale;
- La critica sociologica all’economia dell’ambiente;
- La politics e le policy per l’ambiente.

Le ultime lezioni verranno utilizzate per la discussione degli elaborati degli studenti.

Metodi didattici 

Il corso prevede lezioni frontali con utilizzo di slide e materiali audiovisivi, intervallate da interventi di attivisti sui temi ambientali e uscite studio.

Modalità di verifica dell'apprendimento 

L'esame consiste in una prova scritta con domande aperte tesa a verificare il livello di comprensione degli aspetti fondamentali della materia sviluppati nel manuale Sociologia dell'ambiente e nel libro monografico.

Testi di riferimento 

Manuale:
Pellizzoni L, Osti G (2008) Sociologia dell’ambiente, Il Mulino

Monografia:
Carrosio, G (2019) I margini al centro. L'Italia delle aree interne tra fragilità e innovazione, Donzelli, Roma


Torna all'elenco insegnamenti