Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

MANAGEMENT DELL'INNOVAZIONE (145SP)

A.A. 2019 / 2020

Periodo 
Primo semestre
Crediti 
6
Durata 
40
Tipo attività formativa 
A scelta dello studente
Percorso 
[PDS0-2014 - Ord. 2014] comune
Syllabus 
Obiettivi formativi 

OBIETTIVI FORMATIVI
Gli studenti/le studentesse acquisiranno una comprensione generale di principi chiave, concetti e terminologia che caratterizzano questa disciplina.
Saranno inoltre in grado di identificare strategie e azioni applicabili a specifici casi, utilizzando gli strumenti teorici e metodologici messi a disposizione nell’ambito del corso.

Conoscenza e capacità di comprensione
Gli studenti/le studentesse acquisiranno una conoscenza generale degli strumenti analitici, metodo-logici e critici, riguardanti i principi generali dell’innovazione, oltre che l’elaborazione e l’implementazione di una strategia orientata all’innovazione.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Gli studenti/le studentesse saranno in grado di applicare risorse concettuali e abilità di problem sol-ving all’analisi di specifici casi aziendali. Saranno inoltre in grado di identificare punti di forza/di de-bolezza, formulando indicazioni su scelte strategiche e piani d’azione.

Autonomia di giudizio
Gli studenti/le studentesse saranno in grado di integrare le conoscenze e di utilizzare una pluralità di prospettive. Saranno inoltre in grado di valutare e gestire situazioni complesse, riflettendo sulle re-sponsabilità sociali ed etiche legate all'applicazione delle loro conoscenze.

Abilità comunicative
Gli studenti/le studentesse saranno in grado di comunicare, in modo chiaro ed efficace, sia le cono-scenze di carattere teorico, sia i risultati di specifiche analisi di caso

Capacità di apprendimento
Il corso di propone di mettere gli studenti in condizione di acquisire un’approfondita conoscenza e comprensione di principi, strategie e processi di gestione dell’innovazione, attraverso un apprendi-mento largamente auto-diretto ed autonomo.

Prerequisiti 

Conoscenze generali in ambito economico, sociologico e politologico

Contenuti 

Il corso sviluppa il concetto di innovazione, soffermandosi sulle modalità con cui questa viene gesti-ta tanto da organizzazioni private, quanto da organizzazioni pubbliche e del terzo settore, sia di grandi che di piccole dimensioni. Il programma è articolato in quattro parti.

Nella prima parte verranno offerte alcune coordinate di carattere concettuale, con particolare ri-guardo per i nuovi modelli di business (co-creazione del valore, Service-Dominant Logic, economia delle esperienze, strategia oceano blu, stakeholder engagement, sharing economy), che implicano un crescente coinvolgimento degli interlocutori nelle dinamiche dell’innovazione. Tali orientamenti offrono lo spunto per la definizione di innovative strategie orientate alla creazione di valore condivi-so, in grado di abbracciare le ragioni del business e quelle della collettività.

Nella seconda parte verranno discussi i principi generali dell’innovazione, osservando nel dettaglio i modi in cui si manifesta, i motivi che la determinano e i meccanismi che portano alcune innovazioni a imporsi su altre. In questo contesto verrà esplorato innanzitutto il ruolo svolto dalla creatività nella generazione di nuove idee. Saranno successivamente considerate le diverse fonti di innovazione, analizzando il ruolo svolto dal singolo inventore, dalle imprese, dagli enti pubblici e dai collaborative networks. Verranno inoltre passati in rassegna le forme e i percorsi evolutivi dell’innovazione.

Nella terza parte l’attenzione si concentrerà sull’elaborazione di una strategia orientata all’innovazione. In questo contesto saranno presentati i principi di base per la valutazione del posi-zionamento, per l’identificazione delle competenze distintive e delle fonti di vantaggio competitivo, oltre che gli strumenti disponibili per la definizione di un orientamento strategico per il futuro.

Nella quarta parte verrà affrontato il tema dell’implementazione di una strategia di innovazione, esplorando il ruolo svolto da alcune variabili (dimensioni, struttura, cultura, spazi del lavoro, caratte-ristiche del processo decisionale) nell’influire sul tasso complessivo di innovatività di un’organizzazione. Particolare attenzione sarà dedicata alle gestione delle strategie di innovazione nella prospettiva delle imprese di piccole e medie dimensioni, che costituiscono l’elemento più di-namico dell’economia italiana.

Metodi didattici 

Lezione frontale integrata, ove possibile, da dibattiti e attività seminariali, con la partecipazione di esperti e professionisti.
All’interno del corso potranno inoltre trovare spazio specifiche attività affidate agli studenti (stesura di relazioni, lavori di gruppo, presentazioni orali).

Modalità di verifica dell'apprendimento 

La valutazione dell’apprendimento si articola in due parti:
 esame orale in forma di discussione con l’esaminatore. La discussione coprirà gli argomenti e i concetti spiegati in classe e presi in considerazione nei materiali didattici (bibliografia, dispense e testi integrativi). La finalità dell’esame è di verificare la profondità e l’ampiezza della conoscenza da parte dello studente, di valutare le abilità degli studenti nell’analizzare criticamente., discutere e valutare i principali temi del corso e di accertare la loro abilità di articolare un argomento e di comunicare ciò che hanno appreso;
 presentazione di un project work (relazione scritta e PowerPoint), riguardante una piccola im-presa fortemente vocata all’innovazione. La finalità è di accertare non solo la capacità di appli-care le conoscenze di carattere teorico acquisite, ma anche la chiarezza e l’efficacia della co-municazione. La preparazione del case study dà diritto all’attribuzione di un punteggio aggiuntivo (da 1 a 3 punti) rispetto a quello ottenuto nella prova orale.

Altre informazioni 

Gli studenti/le studentesse non frequentanti sono gentilmente invitati/e a contattare il docente all’inizio del corso. E-mail: gabriele.qualizza@brandforum.it

Testi di riferimento 

TESTI DI RIFERIMENTO
M.A.Schilling, F. Izzo, Gestione dell’innovazione, Milano, McGraw-Hill, 2017 (le parti che verranno indicate a lezione. Gli studenti non frequentanti sono invitati a contattare il docente, per concordare le parti da studiare)

S. Micelli, Futuro artigiano. L’innovazione nelle mani degli Italiani, Venezia, Marsilio, 2011 (lettura di approfondimento consigliata).

Selezione di testi in dispensa (a cura del docente), a disposizione degli studenti nella piattaforma Moodle.

Strumenti a supporto della didattica: bibliografia integrativa e letture di approfondimento, presenta-zione di slides in PowerPoint, filmati e altri documenti multimediali. I materiali didattici (slide utilizzate a lezione e testi in dispensa) saranno a disposizione online nella piattaforma Moodle: gli studenti non frequentanti sono invitati a contattare il docente per verificare le modalità d’accesso.


Torna all'elenco insegnamenti