Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

SISTEMI SOCIALI COMPARATI (211SF)

A.A. 2019 / 2020

Periodo 
Primo semestre
Crediti 
12
Durata 
60
Tipo attività formativa 
Caratterizzante
Percorso 
[PDS0-2012 - Ord. 2012] comune
Syllabus 
Lingua insegnamento 

ITALIANO

Obiettivi formativi 

Ci si propone di avviare lo studente ad un approccio di studio comparativo che lo renda capace di procedere dal generale al particolare e dal particolare al generale, secondo i savoirs d’action, nella comprensione dei fenomeni e delle problematiche che i processi sociali implicano per una società multiculturale e per il servizio sociale. Acquisizione di competenze capaci di favorire un orientamento critico nella complessità sociale e nei suoi diversi contesti d'azione, per delineare e tradurre operativamente piani di intervento in grado di introdurre cambiamenti costruttivi ed efficaci della realtà sociale, consapevolmente fondati sui valori propri del servizio sociale. L'obiettivo è fornire un percorso formativo che miri a stimolare lo studente a elaborare e applicare idee originali, risolvere problemi in ambiti nuovi e contraddittori, integrare le conoscenze e gestire la complessità, formulare ipotesi di soluzione dei problemi, imparare a imparare in contesti interdisciplinari e facendo uso di approcci euristici. La frequenza alle lezioni è fortemente raccomandata.

Prerequisiti 

Buona cultura generale, motivazione, capacità di empatia e di gestione di situazioni complesse. Essere in possesso di un buon metodo di studio e di conoscenze sociologiche di base

Contenuti 

Oltre ad una conoscenza-riflessione sui contenuti, sui metodi e su alcuni ‘studio di caso’, viene proposto, in forma seminariale e comparativa, il pensiero sociologico di alcuni tra i più significativi autori in relazione al servizio sociale. Si approfondiscono i concetti di sistema, di sistema sociale e di comparazione. Il processo di comparazione, in particolare, viene analizzato nelle sue dimensioni cognitive e metodologiche con particolare riferimento ai percorsi di formazione di ipotesi, teorie e concetti e alle esperienze di vita sociale. La comparazione viene utilizzata come opportunità di approfondimento teorico e di riflessione critico-metodologica di alcune questioni relative ai processi di partecipazione democratica implementati dai movimenti collettivi e dai movimenti sociali, dal privato sociale, dalla società civile e dalle istituzioni in un contesto di crescente complessità. Particolare attenzione viene prestata alle sfide che questi ingenerano nelle attività di servizio sociale, ai nuovi e urgenti problemi di integrazione e mediazione culturale, alle dinamiche che ne stanno alla base e ai possibili modelli di analisi socio-antropologica.

Metodi didattici 

Lezioni frontali, laboratori, attività seminariali, interventi di esperti esterni, lavori di gruppo e lavori in plenaria. Le predette attività, che mirano al coinvolgimento attivo degli studenti, faranno anche ricorso all'utilizzazione di audiovisivi e di interventi di esperti esterni... A tal fine sarà utile la disponibilità di un'aula con sedie e tavoli mobili per poter organizzare gli studenti a seconda delle necessità di apprendimento.

Ulteriori testi di consultazione e di approfondimento:
1) Un qualsiasi dizionario di sociologia quale per esempio: Demarchi F., Ellena A., Cattarinussi B. (cur.), Nuovo dizionario di sociologia, Paoline, Milano, 1987; L. Gallino, Dizionario di sociologia, Utet, Torino, 2004;
2) A cura dei Corsi di studio in Servizio sociale Università di Trieste, Nuove solidarietà nell’allargamento dell’Unione Europea, FrancoAngeli, Milano, 2006;
3) Bassi A., Moro G. (cur.), Politiche sociali innovative e diritti di cittadinanza, FrancoAngeli, Milano, 2015;
4) Casella Paltrinieri A. (cur.), Incroci transatlantici. Il Brasile negli studi della antropologia italiana. Atti del convegno di Brescia, Novalogos/Ortica Editrice, Aprilia, 2012;
5) Casella Paltrinieri A. (cur.), Brasile-Italia: andata e ritorno. Storia, cultura, società. Confronti interdisciplinari, in "Visioni LatinoAmericane", supplemento al n.18, 2018, https://www.openstarts.units.it/handle/10077/19894;
6) Colozzi I. (cur.), Dal vecchio al nuovo welfare. Percorsi di una morfogenesi, FrancoAngeli, Milano, 2012;
7) Gui L. (cur.), Organizzazione e servizio sociale, Carocci, Roma, 2009;
8) Izzo A., Storia del pensiero sociologico, il Mulino, Bologna, 1991;
9) Lazzari F. (cur.), 1989. L’eccidio di San Salvador. Quando l’Università è coscienza critica, Mgs Press, Trieste, 2010;
10) Lazzari F., Gui L. (cur.), Partecipazione e cittadinanza. Il farsi delle politiche sociali nei piani di zona, FrancoAngeli, Milano, 2013;
11) Lazzari F., Merler A. (cur.), La sociologia delle solidarietà, FrancoAngeli, Milano, 2003;
12) Lazzari F., Persona e corresponsabilità sociale, FrancoAngeli, Milano, 2007;
13) Mandela N., Lungo cammino verso la libertà. Autobiografia, Feltrinelli, Milano, 2013;
14) Piga M.L. (cur.), Dinamiche della partecipazione. Politiche sociali e attivazione di cittadinanza, FrancoAngeli, Milano, 2016;
15) Rivista “Visioni LatinoAmericane” e “Quaderni del Csal”, Centro studi per l’America Latina, http://www2.units.it/csal;
16) Sen A.K., La democrazia degli altri. Perché la libertà non è un’invenzione dell’Occidente, Mondadori, Milano 2004;
17) Yunus M., Il banchiere dei poveri, Feltrinelli, Milano, 1998.

Modalità di verifica dell'apprendimento 

L’esame orale è volto a valutare la capacità di utilizzare l'approccio comparativo a) nella conoscenza e comprensione dei fenomeni e delle problematiche sociali, b) nella riflessione critica procedendo dal particolare al generale e dal generale al particolare, c) nella capacità di delineare operativamente piani di intervento in grado di introdurre cambiamenti costruttivi ed efficaci della realtà sociale. Si considera superato se raggiunge una votazione minima di 18/30; 30/30 e lode se lo studente risponde a tutte le domande. Si articola nella presentazione critica del quadro generale dei contenuti proposti nel corso e delle tematiche e concettualizzazioni teoriche illustrate nei testi indicati. Il predetto programma deve essere presentato tanto dagli studenti frequentanti quanto dagli studenti non frequentanti. L’esame avviene in modalità VotoFast con registrazione e firma digitale. Il calendario annuale degli appelli è consultabile sul sito del Dipartimento (http://disu.units.it/). In caso di necessità organizzative e amministrative lo studente può rivolgersi alla Segreteria didattica di dipartimento, ai tutor o al Centro servizi di dipartimento.

Altre informazioni 

Corso semestrale

Indirizzo di posta elettronica del professore: flazzari@units.it

Testi di riferimento 

L’esame orale si articolerà nella presentazione critica del quadro generale dei contenuti proposti nel corso e delle tematiche e concettualizzazioni illustrate nei testi indicati:
1) Cipriani R. (a cura di), Nuovo manuale di sociologia, Seconda Edizione, Maggioli Editore, Rimini, 2018;
2) Fideli R., La comparazione, FrancoAngeli, Milano, 1998;
3) Lazzari F., La sfida dell'integrazione. Un patchwork italiano, Vita e Pensiero, Milano, 2015;
4) Lazzari F., Le solidarietà possibili. Sistemi, movimenti e politiche sociali in America Latina, FrancoAngeli, Milano, 2004.
Dovendo lavorare sui testi, si consiglia di disporre degli stessi sin dalla prima settimana di lezione. Agli studenti è infatti richiesta una partecipazione attiva con relative ricorrenti esposizioni seminariali.


Torna all'elenco insegnamenti