Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

LA COMUNICAZIONE NON VERBALE E LA GESTIONE DELL'EMOZIONE NEL RAPPORTO MEDICO PAZIENTE (269ME)

A.A. 2019 / 2020

Periodo 
Annualità singola
Crediti 
1
Durata 
12
Tipo attività formativa 
Altro
Percorso 
[PDS0-2015 - Ord. 2015] comune
Syllabus 
Lingua insegnamento 

Italiano

Obiettivi formativi 

In generale, acquisire conoscenza e uso di abilità operative utili nel counselling ostetrico: in particolare, lo studente sarà in grado di riconoscere su di sé e sull’interlocutore i segnali comunicativi non verbali salienti ai fini di una comunicazione consapevole ed efficace, arrivando a riconoscere i bisogni dell’utenza siano essi espliciti oppure impliciti.
Nel dettaglio:
Migliorare il rapporto medico – paziente attraverso la presa di coscienza di errori di comunicazione e quindi modifica del comportamento per arrivare ad un rapporto ottimale che favorisca la cura.
Classificare e decodificare i più importanti segnali di comunicazione non verbale espressi durante il dialogo
Decodificare i gesti, le espressioni del volto, atteggiamenti e posture degli adulti
Decodificare le espressioni emozionali del volto dell’adulto
Migliorare o cambiare i propri rapporti umani personali e professionali
Conoscere fatti e intenzioni dell’interlocutore senza che ce ne parli
Conoscere se stessi

Prerequisiti 

Nessuno

Contenuti 

La comunicazione interpersonale: analisi, funzioni, elementi della comunicazione e livelli comunicativi, l’ascolto, differenze culturali.
La comunicazione non verbale: elementi non verbali del comportamento interpersonale, uso, codice e origine del repertorio non verbale, funzioni (stili, competenze e miglioramento delle abilità sociali), analisi e consapevolezza.
Le emozioni e l’intelligenza emotiva: definizioni, funzioni e canali di espressione.
L’importanza e la gestione della comunicazione nella pratica dell’ostetrica: abilità comunicativa, efficacia e consapevolezza della propria comunicazione, ascolto attivo.
Situazioni comunicative complesse: la comunicazione delle “cattive notizie” e la comunicazione in emergenza.

Metodi didattici 

Lezioni frontali con presentazione multimediale Power Point, presentazione di materiale audio-visivo, attività di gruppo, role playing

Programma esteso 

La comunicazione interpersonale: analisi, funzioni, elementi della comunicazione e livelli comunicativi, l’ascolto, differenze culturali.
La comunicazione non verbale: elementi non verbali del comportamento interpersonale, uso, codice e origine del repertorio non verbale, funzioni (stili, competenze e miglioramento delle abilità sociali), analisi e consapevolezza.
Le emozioni e l’intelligenza emotiva: definizioni, funzioni e canali di espressione.
L’importanza e la gestione della comunicazione nella pratica dell’ostetrica: abilità comunicativa, efficacia e consapevolezza della propria comunicazione, ascolto attivo.
Situazioni comunicative complesse: la comunicazione delle “cattive notizie” e la comunicazione in emergenza.
Esercitazioni pratiche.

Modalità di verifica dell'apprendimento 

Esame orale

Altre informazioni 

Il docente è disponibile per chiarimenti o richiesta di materiali di approfondimento all'indirizzo: valeria.placentino@aas2.sanita.fvg.it

Testi di riferimento 

Bibliografia:
• Ricci Bitti P. E. Cortesi S., Comportamento non verbale e comunicazione, il Mulino, 1977.
Anna Maria De Santi, Iole Simeoni , 2009 “ Il medico, il paziente e i familiari Guida alla comunicazione efficace Seed Medical Publishers.
Karen Guillilan, Sally Pairman (Autori), A. Nespoli, E. Pellegrini (Traduttori), 2012, “The Midwifery Partnership (Un modello per la professione ostetrica”.
Articoli scientifici forniti a lezione.


Torna all'elenco insegnamenti