Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

MODULO I (868ME-1)

A.A. 2017 / 2018

Docenti 
Ventura Alessandro
Periodo 
Primo semestre
Crediti 
4
Durata 
32
Tipo attività formativa 
Caratterizzante
Percorso 
[PDS0-2009 - Ord. 2009] comune
Syllabus 
Lingua insegnamento 

Italiano

Obiettivi formativi 

Conoscere la fisiopatologia del neonato a termine, pretermine e piccolo per l'eta' gestazionale
Conoscere i principi dell'assistenza al neonato a termine
Il NEONATO
Descrivere i principi essenziali del trattamento dei prematuri
Conoscere i principali fattori prenatali , genetici e ambientali, correlati alla prematurita' e alla patologia neonatale e i possibili interventi preventivi
LE MALFORMAZIONI CONGENITE Conoscere le principali malformazioni congenite (cuore, polmoni, apparato urinario, apparato digerente) , le loro implicazioni cliniche , diagnostiche e terapeutiche
Conoscere le cause e il corretto iter diagnostico terapeutico di una ambiguita sessuale in un neonato
Conoscere le principali malattie ereditarie e genetiche
LE MALATTIE GENETICHE ED EREDITARIE
Enumerare gli elementi metodologici fondamentali per calcolare in ambito pediatrico il rischio di ricorrenza di una malattia ereditaria
Conoscere le principali indagini diagnostiche delle malattie genetiche ed ereditarie
Descrivere le condizioni in cui e' indicato procedere ad una indagine genetica
Conoscere il razionale delle principali vaccinazioni e le caratteristiche dei vaccini e delle modalita' di somministrazione
La Pediatria come occasione di PREVENZIONE
Saper comunicare l'importanza delle vaccinazioni alla famiglia
Illustrare i principi e la tipologia degli screening in età evolutiva (prenatali, neonatali e postnatali) e gli screening per i fattori di rischio delle malattie metaboliche e degenerative vascolari con inizio nell'età pediatrica
Individuare i fabbisogni energetici e i nutritivi nelle varie età, le peculiarità dei vari prodotti dietetici per l'infanzia, le tecniche per comporre una dieta corretta, le tappe dell'evoluzione alimentare del bambino: allattamento al seno e artificiale, divezzamento, alimentazione delle età successive
Conoscere la fisiologia e glia spetti clinici, diagnostici e terapeutici dello sviluppo: somatico
La pediatria come scienza dello SVILUPPO umano psicomotorio
sessual, immunologico
Utilizzare le principali metodiche di organizzazione dei dati auxologici, che ne permettono la valutazione obiettiva (tabelle, stadi, etc)
Conoscere le malattie dell'eta' pediatrica piu' importanti per gravita',frequenza e eta'.Tra queste:
Le malattie infettive
Le malattie metaboliche congenite
Le principale MALATTIE dell’eta’ pediatrica
Le malattie allergiche
Le malattie della digestione
Le malattie del metabolismo calcio fosforico
Le malattie endocrinologiche
Le malattie neuromuscolari e le epilessie
Le malattie oncoematologiche
Saper raccogliere l'anamnesi e predisporre un programma diagnostico terapeutico per i sintomi piu' comuni in eta' pediatrica nelle diverse eta'
Febbre
Tosse
Saper affrontare i principali SINTOMI in eta’ pediatrica Esantemi
Vomito
Diarrea
Convulsioni
Perdita di coscienza e come
Edema
L'adeguatezza dello stato nutrizionale
Lo sviluppo somatico e sessuale
Lo sviluppo psicomotorio
SAPER VALUTARE e INTERPRETARE situazioni cliniche ed esami di laboratorio Lo stato di idratazione
Lo stato di vigilanza e il grado di un coma
Saper interpretare: l'emocromo alle diverse eta'
Il dolore e la sua gravita'
una emogas analisi

Prerequisiti 

Fisiopatologia dell'apparato respiratorio, gastroenterologico, polmonare e cardiaco.
Principi di medicina interna

Contenuti 

1. Le peculiarità del bambino e della pediatria di oggi : il peso epidemiologico , sociale e personale del bambino disfunzionale . Ovvero : “piu’matti che malati”.
2. Il dolore nel bambino : prevenzione e trattamento
3. Accrescimento e sviluppo fisico, immunologico, psicomotorio e relazionale
4. Pediatria e prevenzione primaria e secondaria : vaccinazioni, screening neonatali , 6 messaggi piu’ uno alle neomamme
5-Neonato sano e patologico. Controllo della gravidanza e patologia embriofetale. Il parto e l’assistenza al neonato. Caratteristiche e classificazione dei neonati. Obiettività e adattamento neonatale. Gli screening con le patologie correlate. Competenze del neonato. Alimentazione e gestione del lattante . Patologia neonatale : l’insufficienza respiratoria, la NEC, le sepsi, le emorragie neonatali, i traumi cranici e le para-lisi ostetriche, gli errori congeniti del metabolismo, la sindrome di astinenza da droghe. I pro-blemi del pretermine, dello small for gestational age e del poster mine. Macrosomia. Il nato da procreazione medicalmente assistita. Il follow-up.
6. Nutrizione e malattie: Generalità tra cui i fabbisogni, l’allattamento, lo svezzamento. Le carenze di calcio e vitamina D, di ferro. La malnutrizione. L’obesità.
7. Genetica clinica: Classificazione delle malattie genetiche. Modelli di malattia genetica : sindromi cromosomiche ( Down, Turner,Klinefelter), sindromi da microdelezione ( Williams, Di George, Prader Willi,Angelman), malattie monogeniche (Fibrosi cistica, Distrofia muscolare, SMA, Noonan,Marfan, Meurofibromatosi tipo I, X fragile, Silver Russel, Sotos, Beckwith-Wideman, Silver Russel, Sotos, CHARGE, Acondroplasia, osteogenesi imperfetta, craniofaciostenosi) , malattie metaboliche ( glicogenosi, galattosemia e intolleranza al fruttosio, mucopolisaccaridosi,difetti della beta ossidazione , organicoaciduria metilmalaonica e oiruvica, acidosi lattica congenita,iperammoniemie da disturbi del ciclo dell’urea ).
8. Malformazioni e patologia congenita : Teratogenicità e prevenzione, la sindrome feto-alcolica (FAS), modelli di cardiopatie congenite ( DIV, DIA,tetralogia di Fallot, Coartazione aortica ); modelli di malformazioni gastro-intestinali ( atresia esofagea , atresia duodenale ,Hirschsprung ), genito-urinarie ( agenesia renale, idronefrosi , ureterocele) cranio-facciali ( craniostenosi) , epatiche ( atresia biliare) , del SNC ( spina bifida ) , malformazioni multiple ( VACTERL), acondroplasia, nanismi primordiali.
9. Patologia da infezione: Batteri e virus, sepsi batteriemie e viremie ,malattie esantematiche. , meningiti, encefaliti, otiti, faringotonsilliti,polmoniti ,epatiti , osteoartriti e piomisiti, linfadeniti, infezioni delle vie urinarie) . Tubercolosi. Sindrome uremico emolitica.
10. Patologie da o con alterata risposta immune: Tipi e i meccanismi di risposta immunitaria
Patologia da sensibilizzazione. Celiachia, Malattie infiammatorie croniche intestinali ; epatocolangiti autoimmuni, glomerulo nefriti e sindromi nefrosiche , malattie autoimmuni delle ghiandole endocrine, encefaliti autoimmuni, allergia alimentare e respiratoria, atopia, dermatite atopica, asma e rinite allergica, anemia emolitica, neutropenie e porpora trombocitopenia autoimmune, sindrome di Kawasaki, schoenlein Henoch e altre vasculiti in eta’ pediatrica.
11. Neoplasie: Generalità compresi i fattori di rischio ed i principi sui trapianti. Le leucemie, Linfoma di Hodgkin e linfomi non Hodgkin, tumore di Wilms e ne

Metodi didattici 

Lezioni frontali; tirocini in reparto

Programma esteso 

1. Le peculiarità del bambino e della pediatria di oggi : il peso epidemiologico , sociale e personale del bambino disfunzionale . Ovvero : “piu’matti che malati”.
2. Il dolore nel bambino : prevenzione e trattamento
3. Accrescimento e sviluppo fisico, immunologico, psicomotorio e relazionale
4. Pediatria e prevenzione primaria e secondaria : vaccinazioni, screening neonatali , 6 messaggi piu’ uno alle neomamme
5-Neonato sano e patologico. Controllo della gravidanza e patologia embriofetale. Il parto e l’assistenza al neonato. Caratteristiche e classificazione dei neonati. Obiettività e adattamento neonatale. Gli screening con le patologie correlate. Competenze del neonato. Alimentazione e gestione del lattante . Patologia neonatale : l’insufficienza respiratoria, la NEC, le sepsi, le emorragie neonatali, i traumi cranici e le para-lisi ostetriche, gli errori congeniti del metabolismo, la sindrome di astinenza da droghe. I pro-blemi del pretermine, dello small for gestational age e del poster mine. Macrosomia. Il nato da procreazione medicalmente assistita. Il follow-up.
6. Nutrizione e malattie: Generalità tra cui i fabbisogni, l’allattamento, lo svezzamento. Le carenze di calcio e vitamina D, di ferro. La malnutrizione. L’obesità.
7. Genetica clinica: Classificazione delle malattie genetiche. Modelli di malattia genetica : sindromi cromosomiche ( Down, Turner,Klinefelter), sindromi da microdelezione ( Williams, Di George, Prader Willi,Angelman), malattie monogeniche (Fibrosi cistica, Distrofia muscolare, SMA, Noonan,Marfan, Meurofibromatosi tipo I, X fragile, Silver Russel, Sotos, Beckwith-Wideman, Silver Russel, Sotos, CHARGE, Acondroplasia, osteogenesi imperfetta, craniofaciostenosi) , malattie metaboliche ( glicogenosi, galattosemia e intolleranza al fruttosio, mucopolisaccaridosi,difetti della beta ossidazione , organicoaciduria metilmalaonica e oiruvica, acidosi lattica congenita,iperammoniemie da disturbi del ciclo dell’urea ).
8. Malformazioni e patologia congenita : Teratogenicità e prevenzione, la sindrome feto-alcolica (FAS), modelli di cardiopatie congenite ( DIV, DIA,tetralogia di Fallot, Coartazione aortica ); modelli di malformazioni gastro-intestinali ( atresia esofagea , atresia duodenale ,Hirschsprung ), genito-urinarie ( agenesia renale, idronefrosi , ureterocele) cranio-facciali ( craniostenosi) , epatiche ( atresia biliare) , del SNC ( spina bifida ) , malformazioni multiple ( VACTERL), acondroplasia, nanismi primordiali.
9. Patologia da infezione: Batteri e virus, sepsi batteriemie e viremie ,malattie esantematiche. , meningiti, encefaliti, otiti, faringotonsilliti,polmoniti ,epatiti , osteoartriti e piomisiti, linfadeniti, infezioni delle vie urinarie) . Tubercolosi. Sindrome uremico emolitica.
10. Patologie da o con alterata risposta immune: Tipi e i meccanismi di risposta immunitaria
Patologia da sensibilizzazione. Celiachia, Malattie infiammatorie croniche intestinali ; epatocolangiti autoimmuni, glomerulo nefriti e sindromi nefrosiche , malattie autoimmuni delle ghiandole endocrine, encefaliti autoimmuni, allergia alimentare e respiratoria, atopia, dermatite atopica, asma e rinite allergica, anemia emolitica, neutropenie e porpora trombocitopenia autoimmune, sindrome di Kawasaki, schoenlein Henoch e altre vasculiti in eta’ pediatrica.
11. Neoplasie: Generalità compresi i fattori di rischio ed i principi sui trapianti. Le leucemie, Linfoma di Hodgkin e linfomi non Hodgkin, tumore di Wilms e ne

Modalità di verifica dell'apprendimento 

L'esame si svolge di regola in tre fasi con tre esaminatori diversi. Le conoscenze dello studente vengo verificate attraverso domande orali che propongono casi clinici emblematici e attinenti al programma. Oltre che le conoscenze in sé viene in concreto verificata la maturita' dello studente nello sviluppare il ragionamento clinico a fronte di problemi di specificita' pediatria e neonatologica, coerentemente con le esercitazioni svolte durante il corso in cui lo studente ha avuto occasione di partecipare alla soluzione di almeno sessanta casi ( simulati o dal vero ) sotto la guida del tutore e condividendo la discussione con altri studenti a piccoli gruppi.

Il voto finale viene concertato tra i diversi esaminatori e costituisce una sorta di media ( al rialzo) delle diverse valutazioni. La insufficienza di conoscenze dimostrata in temi base e propedeutici della medicina cosi' come la grossolana ignoranza di nozioni elementari , soprattutto se la loro importanza sia stata sottolineata durante le lezioni o le esercitazioni, puo' essere causa di bocciatura.

Altre informazioni 

Nessuna

Testi di riferimento 

F. Panizon et al. Principi e pratica di Pediatria. 5ªed., Monduzzi ed., Bologna 2009


Torna all'elenco insegnamenti