Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

PALETNOLOGIA (095LE)

A.A. 2019 / 2020

Periodo 
Secondo semestre
Crediti 
9
Durata 
45
Tipo attività formativa 
Caratterizzante
Percorso 
[LE07+1+ - Ord. 2017] letterature, storia e archeologia del mondo antico
Syllabus 
Lingua insegnamento 

Italiano

Obiettivi formativi 

Acquisizione di una conoscenza di base delle problematiche dell'archeologia, con specifico riferimento alla Preistoria.
Acquisizione di una conoscenza di base di alcune classi di materiali - ceramica, industria litica e metalli - attraverso attività di riconoscimento, catalogazione e inquadramento cronologico-culturale effettuate su campioni significativi di reperti.
Comprensione del significato di metodo e tecniche scientifiche per l’archeologia.

Prerequisiti 

Conoscenza di base della lingua inglese (lettura)

Contenuti 

Titolo del corso: L’archeologia è scienza?
Parte 1: concetti fondamentali dell’archeologia.
Parte 2: dallo studio tradizionale tipologico-comparativo alle tecnologie analitiche più avanzate.

Metodi didattici 

Il corso comprenderà lezioni frontali, esercitazioni sui materiali e attività di tipo seminariale, svolte anche fuori sede, presso i laboratori dove vengono analizzati e studiati reperti archeologici: dipartimenti diversi di UniTs, Multidisciplinary Laboratory of I.C.T.P., The “Abdus Salam” International Centre for Theoretical Physics, Elettra-Sincrotrone Trieste S.C.p.A.).

Programma esteso 

Titolo del corso: L’archeologia è scienza?
Parte 1: concetti fondamentali dell’archeologia.
Parte 2: dallo studio tradizionale tipologico-comparativo alle tecnologie analitiche più avanzate.
Una definizione dell’archeologia come “studio degli esiti materiali delle azioni umane e delle azioni naturali a esse connesse nel loro contesto ambientale”, studio del passato, basato sullo scavo e sull’uso di strumenti scientifici diversi, suggerisce immediatamente la complessità della disciplina, il suo legame con l’antropologia, la storia, le scienze, la sua natura interdisciplinare.
L’archeologia non è un’entità monolitica, ma è costituita da tante componenti diverse: la paletnologia, ossia l’archeologia preistorica, è una di queste, forse quella in cui le connessioni fra scoperte di campo, tecniche di indagine e modelli teorici è più forte e necessaria.
Durante il corso, metodo e tecniche scientifiche saranno presentati attraverso alcuni casi di studio, relativi, ad esempio, all’uso pastorale di alcune grotte carsiche, all’individuazione del sale come possibile elemento di attrazione nel Caput Adriae, alle connessioni su lunga distanza ricostruibili in base alla provenienza dei manufatti (pietra levigata, selce, ceramica) ecc.

Modalità di verifica dell'apprendimento 

1 o più test di verifica durante il corso, esame finale. Per chi avrà sostenuto e superato il/i test, il programma dell'esame finale sarà ridotto conseguentemente.

Altre informazioni 

Chi intendesse sostenere l’esame da non frequentante è invitato a contattare il docente per concordare il programma, nell’orario di ricevimento o via mail (montagna@units.it). Di norma, altri testi sono aggiunti a quelli già indicati; in alternativa, lo studente può scegliere un tema di suo interesse e preparare una relazione scritta (max. 10-15 pagine) da inviare al docente almeno una settimana prima della data dell'esame.

Testi di riferimento 

La bibliografia da portare all’esame sarà selezionata insieme al docente a partire dai testi indicati di seguito, ed eventualmente da altri segnalati nel corso delle lezioni.
- Renfrew C., Bahn P.1995. Archeologia: teoria, metodi, pratica. Bologna: Zanichelli.
- Renfrew C., Bahn P. (eds.) 2005. Archaeology: the key concepts. London: Routledge.
- Criteri di nomenclatura e di terminologia inerente alla definizione delle forme vascolari del Neolitico/Eneolitico e del Bronzo/Ferro. Atti del congresso, Lido di Camaiore 26-29 marzo 1998 (a cura di D. Cocchi Genick), 1999.
- Laplace G. 1968, Recherches de typologie analytique, Origini, vol. 2, 1968.
- Bagolini B. 1970. Ricerche tipologiche sul gruppo dei foliati nelle industrie di età olocenica della Valle Padana. Annali dell’Università di Ferrara, sez. 15, 1/11: 222-253.
- Le vie della pietra verde: l’industria litica levigata nella preistoria dell’Italia settentrionale. 1996. Torino: Omega.
- Bernardini F., Montagnari Kokelj E., Velušček A. 2009. Prehistoric cultural connections in Northeastern Adriatic Regions identified by archaeometric analyses of stone axes. In: Forenbaher S. (a cura di) A connecting Sea: Maritime Interaction in Adriatic Prehistory. Proceedings of the XXX EAA Conference, Zadar (Croatia), 18-23 September, BAR International Series 230, 47-57. Oxford: Archaeopress.
- Montagnari Kokelj E. 2007. Caves and rockshelters of the Trieste Karst (Northeastern Italy) in Late Prehistory. In: M. Kornfeld, S. Vasil’ev, L. Miotti (a cura di) Près du bord d'un abrì: les histories, thèories et mèthodes de recherches sur les abris sous roche / On shelter's ledge: histories, theories and methods of rockshelter research. Proceedings of the 15th World Congress UISPP, Lisbon (Portugal), 4-9 September 2006, vol. 14, Session C54. BAR International Series S1655, 109-117. Oxford: Archaeopress.
- Montagnari Kokelj E. 2007. Salt and the Trieste Karst (north-eastern Italy) in Prehistory: some considerations. In: D. Monah, G. Dumitroaia, O. Weller, J. Chapman (a cura di) L'exploitation du sel à travers le temps. Actes du colloque international L’archéologie Pré- et Protohistorique du sel (The prehistoric and protohistoric archaeology of salt), Piatra-Neamt (Romania), 21-24 Octobre 2004. Bibliotheca Memoriae Antiquitatis 18, 161-189. Piatra-Neamt: Editura "Constantin Mataa".


Torna all'elenco insegnamenti