Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DELLA PRODUZIONE (045MI)

A.A. 2019 / 2020

Periodo 
Primo semestre
Crediti 
6
Durata 
48
Tipo attività formativa 
A scelta dello studente
Percorso 
[PDS0-2016 - Ord. 2016] comune
Syllabus 
Lingua insegnamento 

italiano

Obiettivi formativi 

- Students will understand the manufacturing part flow through production systems.
- Students are knowing standard tools and models for optimising the process planning.
- Students will be able to detail programming (scheduling).

Contenuti 

Il concetto di Fabbrica. Il Process Planning. La schedulazione
Approccio sistemico al concetto di Fabbrica. Le relazioni Costo Totale – Volume di produzione; la risorsa Macchina Utensile (MU): Volume – Varietà della produzione; la risorsa Sistema di produzione: i sistemi di Trasferta rigidi e flessibili, le MU a controllo numerico CN e CNC; i Robots; i sistemi flessibili di lavorazione FMS. La MU sistema cartesiano: gli assi controllati, zeri di macchina, pezzo, programma e misura. Precisione delle MU. I sistemi produttivi a trasferta, Job-shop e a gruppi di macchine. Il principio della Group Technology (GT). Introduzione alla GT, classificazione delle MU. Matrice from-to e la carta delle frequenze. La matrice di incidenza parti-macchine. Soluzione per GT della matrice di incidenza con algoritmi CIA e CCIA extended. Presenza di Elementi Eccezionali (EE), provvedimenti per la loro eliminazione. Esercitazioni.
Costi manifatturieri: ripartizione dei costi e loro variazione sull'investimento, analisi dei costi di produzione, i costi indiretti, ripartizione sul prodotto con Activity Based Costing (ABC). La Distinta Base di prodotto, albero della distinta base. Il ciclo di produzione delle parti, esempio.
Introduzione al Process Planning (PP): le attività del pianificatore. Analisi del progetto, schede delle lavorazioni, precedenze e soluzione delle sequenze delle lavorazioni. Posizionamento ed afferraggio della parte sull'attrezzatura, elementi per il progetto dell'attrezzatura. Selezione degli utensili, ottimizzazione dei parametri di taglio e rugosità superficiale.
Esercitazioni: stesura del process plan di un pezzo meccanico per la produzione in serie.
Elementi di schedulazione della produzione. La notazione di Graham, algoritmi di schedulazione. Esercitazioni
Controllo della produzione. Elementi di statistica: parametri fondamentali, frequenza e distribuzione di frequenza, istogrammi, poligonali e curve di frequenza. Il controllo statistico di processo; tolleranze specifiche di progetto e tolleranze di lavorazione. process capability; la Carta di Controllo per variabili e sua interpretazione; analisi causa effetto; raccolta dei dati e campionatura.
Esercitazioni.
Le esercitazioni in aula sono inserite nel contesto degli argomenti per un totale di 20 ore.
Due prove di valutazione.
Esame orale con la presentazione delle relazioni delle esercitazioni e la correzione delle prove di valutazione.

Metodi didattici 

lavori guidati in aula per 15 ore

Programma esteso 

Approccio sistemico al concetto di Fabbrica. Le relazioni Costo Totale – Volume di produzione; la risorsa Macchina Utensile (MU): Volume – Varietà della produzione; la risorsa Sistema di produzione: i sistemi di Trasferta rigidi e flessibili, le MU a controllo numerico CN e CNC; i Robots; i sistemi flessibili di lavorazione FMS. La MU sistema cartesiano: gli assi controllati, zeri di macchina, pezzo, programma e misura. Precisione delle MU. I sistemi produttivi a trasferta, Job-shop e a gruppi di macchine. Il principio della Group Technology (GT). Introduzione alla GT, classificazione delle MU. Matrice from-to e la carta delle frequenze. La matrice di incidenza parti-macchine. Soluzione per GT della matrice di incidenza con algoritmi CIA e CCIA extended. Presenza di Elementi Eccezionali (EE), provvedimenti per la loro eliminazione. Esercitazioni.
Costi manifatturieri: ripartizione dei costi e loro variazione sull'investimento, analisi dei costi di produzione, i costi indiretti, ripartizione sul prodotto con Activity Based Costing (ABC). La Distinta Base di prodotto, albero della distinta base. Il ciclo di produzione delle parti, esempio.
Introduzione al Process Planning (PP): le attività del pianificatore. Analisi del progetto, schede delle lavorazioni, precedenze e soluzione delle sequenze delle lavorazioni. Posizionamento ed afferraggio della parte sull'attrezzatura, elementi per il progetto dell'attrezzatura. Selezione degli utensili, ottimizzazione dei parametri di taglio e rugosità superficiale.
Esercitazioni: stesura del process plan di un pezzo meccanico per la produzione in serie.
Elementi di schedulazione della produzione. La notazione di Graham, algoritmi di schedulazione. Esercitazioni
Controllo della produzione. Elementi di statistica: parametri fondamentali, frequenza e distribuzione di frequenza, istogrammi, poligonali e curve di frequenza. Il controllo statistico di processo; tolleranze specifiche di progetto e tolleranze di lavorazione. process capability; la Carta di Controllo per variabili e sua interpretazione; analisi causa effetto; raccolta dei dati e campionatura.
Esercitazioni.
Le esercitazioni in aula sono inserite nel contesto degli argomenti per un totale di 20 ore.
Due prove di valutazione.
Esame orale con la presentazione delle relazioni delle esercitazioni e la correzione delle prove di valutazione.

Modalità di verifica dell'apprendimento 

Quattro lavori assistiti in aula, relazioni e discussione, esame orale. Conoscenza e capacità di compresione; Autonomia di giudizio; Abilità comunicative; Capacità di apprendere.

Testi di riferimento 

J.L. Burbidge,1989, Producton Flow Analysis for Planning Group Technology, Clarendon Press, Oxford, UK
-A. Kusiak, 1990, Intelligent Manufacturing Systems, Prentice Hall, New Jersey, USA
-Askin R.G., Standridge C.R., Modeling and Analysis of Manufacturing Systems, 1993, John Wiley and Sons, USA
-Brandimarte P., Villa A., Modeling Manufacturing Systems, 1999, Springer-Verlag, Germany.
-Carlson Skalak S., Implementing Concurrent Engineering in Small Companies,
2002, Marcel Dekker, USA;
-Halevi G., Weill R.D., Principles of Process Planning, a logical approach, 1955, Chapman & Hall, UK;
-Parsei H.R., Sullivan W.G., Concurrent Engineering, 1993, Chapman and Hall, UK;
-Sule Dileep R., Production planning and industrial scheduling : examples, case studies and applications / - 2. ed. - Boca Raton [etc] , 2008. CRC Press,


Torna all'elenco insegnamenti