Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

IMPIANTI DI ABBATTIMENTO DELLE EMISSIONI (241MI)

A.A. 2019 / 2020

Docenti 
Periodo 
Secondo semestre
Crediti 
6
Durata 
48
Tipo attività formativa 
A scelta dello studente
Percorso 
[PDS0-2016 - Ord. 2016] comune
Syllabus 
Lingua insegnamento 

Italiano

Obiettivi formativi 

Il corso di impianti di abbattimento delle emissioni viene acceso nell’anno accademico 2016/17 sulla scorta dell’esperienza ormai ventennale maturata dal docente nel campo del controllo delle emissioni in atmosfera degli impianti industriali.
Il corso si pone l’ambizioso programma di esplorare le diverse direttrici di una materia complessa e stimolante secondo un approccio necessariamente multidisciplinare che spazia dal Diritto alla Fisica nelle sue varie declinazioni, alla tecnologia (Conoscenza).
Lo scopo è quello di dare un utile contributo alla formazione di ingeneri in grado di inserirsi agevolmente nei settori della protezione ambientale, indipendentemente dall’organizzazione nella quale si troveranno ad operare (Azienda, Autorità di Controllo, Società di Ingegneria, ecc.), capaci di interagire con gli altri protagonisti del settore attraverso la conoscenza di un linguaggio comune (Capacità di comprensione, Autonomia di giudizio).
Va infatti rilevato che quanto trattato non può assolutamente ritenersi esaustivo ai fini di una sufficiente formazione in materia ambientale, non già per gli inevitabili limiti di tempo che delimitano il corso, ma per la deliberata rinuncia alla considerazione delle rimanenti matrici ambientali (acqua e suolo) che un’esaustiva trattazione richiederebbe.

Prerequisiti 

Il corso è specificatamente rivolto agli allievi ingegneri della Laurea Magistrale in Ingegneria Meccanica, ed è complementare a quello di impianti meccanici che ne costituisce l’implicito presupposto.

Contenuti 

Dopo un sommario richiamo della genesi e dell’evoluzione normativa nel campo della prevenzione e riduzione dell’inquinamento atmosferico, viene presentato e commentato il quadro legislativo vigente nelle sue più ampie sfaccettature, dall'enunciazione dei principali concetti, alla definizione dei limiti di emissione, alla modalità di esecuzione delle misure e all’interpretazione dei risultati.
Segue una disamina delle principali emissioni in relazione ai specifici fattori di pericolosità quali la tossicità, le modalità di diffusione nell’ambiente e l’assimilazione da parte degli organismi viventi.
La seconda parte del corso, di taglio più “tradizionale” per degli allievi ingeneri, è dedicato a richiami di idraulica, con specifico riferimento al moto di aeriformi entro condotti, e di macchine, limitatamente alle macchine aerauliche che li realizzano. In conclusione si presentano le principali tecniche di abbattimento con approccio sistemico. Di seguito si riportano i dettagli del programma.
1. La legislazione nazionale in materia di inquinamento atmosferico. 1.1 Evoluzione del quadro legislativo. 1.2 La legislazione vigente. 1.3 Disciplina delle emissioni industriali: Il Titolo I della Parte Quinta del D.Lgs. 152/2006 1.3.1 Principi generali e campo di applicazione, 1.3.2 Definizioni, 1.3.3 Regime autorizzatorio. 1.4 Cenni sulla disciplina delle immissioni
2. Valutazione della conformità ai limiti di emissione. 2.1 Condizioni di marcia degli impianti, 2.2 Criteri di valutazione, 2.3 Puti di prelievo, 2.4 Ruolo dell’incertezza associata a risultati di misura”
3. Caratterizzazione delle sostanze inquinanti. 3.1 Emissioni in atmosfera 3.2 Principali inquinanti aerodispersi, 3.3 Proprietà dinamiche del particolato 3.4 Proprietà dei gas
4. Efflusso e movimento in condotti degli aeriformi. 4.1 Teorema di Torricelli, 4.2 Equazione di continuità, 4.3 Teorema di Bernulli
5. Progetto degli impianti di aspirazione. 5.1 Tipi di cappe, 5.2 Caratteristiche delle cappe, 5.3 Perdita di carico nelle cappe, 5.4 Portata d’aria occorrente, 5.5 Elettroventilatori.
6. Depurazione delle emissioni polverose. 6.1 Depurazione a secco, 6.2 Abbattimento a umido 6.3 Combustione, 6.4 Adsorbimento 6.5 Biofiltrazione

Metodi didattici 

Lezioni frontali seguite da esercitazioni in aula. Previste delle visite tecniche per approfondire sul campo la conoscenza degli degli impianti di abbattimento presentati in via teorica in aula.

Programma esteso 

Dopo un sommario richiamo della genesi e dell’evoluzione normativa nel campo della prevenzione e riduzione dell’inquinamento atmosferico, viene presentato e commentato il quadro legislativo vigente nelle sue più ampie sfaccettature, dall'enunciazione dei principali concetti, alla definizione dei limiti di emissione, alla modalità di esecuzione delle misure e all’interpretazione dei risultati.
Segue una disamina delle principali emissioni in relazione ai specifici fattori di pericolosità quali la tossicità, le modalità di diffusione nell’ambiente e l’assimilazione da parte degli organismi viventi.
La seconda parte del corso, di taglio più “tradizionale” per degli allievi ingeneri, è dedicato a richiami di idraulica, con specifico riferimento al moto di aeriformi entro condotti, e di macchine, limitatamente alle macchine aerauliche che li realizzano. In conclusione si presentano le principali tecniche di abbattimento con approccio sistemico. Di seguito si riportano i dettagli del programma.
1. La legislazione nazionale in materia di inquinamento atmosferico. 1.1 Evoluzione del quadro legislativo. 1.2 La legislazione vigente. 1.3 Disciplina delle emissioni industriali: Il Titolo I della Parte Quinta del D.Lgs. 152/2006 1.3.1 Principi generali e campo di applicazione, 1.3.2 Definizioni, 1.3.3 Regime autorizzatorio. 1.4 Cenni sulla disciplina delle immissioni
2. Valutazione della conformità ai limiti di emissione. 2.1 Condizioni di marcia degli impianti, 2.2 Criteri di valutazione, 2.3 Puti di prelievo, 2.4 Ruolo dell’incertezza associata a risultati di misura”
3. Caratterizzazione delle sostanze inquinanti. 3.1 Emissioni in atmosfera 3.2 Principali inquinanti aerodispersi, 3.3 Proprietà dinamiche del particolato 3.4 Proprietà dei gas
4. Efflusso e movimento in condotti degli aeriformi. 4.1 Teorema di Torricelli, 4.2 Equazione di continuità, 4.3 Teorema di Bernulli
5. Progetto degli impianti di aspirazione. 5.1 Tipi di cappe, 5.2 Caratteristiche delle cappe, 5.3 Perdita di carico nelle cappe, 5.4 Portata d’aria occorrente, 5.5 Elettroventilatori.
6. Depurazione delle emissioni polverose. 6.1 Depurazione a secco, 6.2 Abbattimento a umido 6.3 Combustione, 6.4 Adsorbimento 6.5 Biofiltrazione

Modalità di verifica dell'apprendimento 

L'esame consiste in una prova orale con due domande riguardanti il
programma svolto (Conoscenza e capacità di
comprensione).

Testi di riferimento 

Marco Boscolo: “Impianti di abbattimento delle emissioni. Appunti”
Armando Monte: “Elementi di Impianti Industriali”, Edizioni Libreria Cortina, Torino 2009, volumi I e II.


Torna all'elenco insegnamenti