Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

COSTRUZIONI IDRAULICHE 2 (051MI-2)

A.A. 2019 / 2020

Periodo 
Secondo semestre
Crediti 
6
Durata 
48
Tipo attività formativa 
A scelta dello studente
Percorso 
[IN11+5+ - Ord. 2016] strutture, progettazione e riqualificazione edilizia
Mutuazione 
Mutuato: IN11 - 051MI-2 - COSTRUZIONI IDRAULICHE 2
Syllabus 
Lingua insegnamento 

Italiano

Obiettivi formativi 

Lo studente che abbia ottemperato agli obiettivi del corso sarà in grado di comprendere gli aspetti idraulici e strutturali relativi alla progettazione delle opere idrauliche mediante l'uso di metodi, strumenti e tecniche aggiornate. Al termine del corso lo studente sarà in grado di gestire i diversi aspetti che concorrono alla progettazione delle opere idrauliche e dare una descrizione del risultato tramite relazioni tecniche e tavole grafiche adeguate.
D1 - Conoscenza e capacità di comprensione
Lo studente, al termine del corso, dovrà conoscere gli aspetti di base della progettazione di opere idrauliche, le modalità di verifica e di progettazione generale e di dettaglio anche con riferimento alle prescrizioni normative nazionali
D2 - Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Lo studente dovrà essere in grado di eseguire la progettazione e la verifica di opere idrauliche
D3 - Autonomia di giudizio
Lo studente alla fine del corso dovrà essere in grado di svolgere un esame critico di verifica della corretta applicazione delle conoscenze acquisite e applicate alla progettazione.
D4 - Abilità comunicative
Lo studente alla fine del corso dovrà essere in grado di illustrare correttamente e con l’uso corretto dei termini tecnici le conoscenze e le competenze pratiche acquisite
D5 - Capacità di apprendimento
Lo studente dovrà essere in grado di affrontare agevolmente lo studio di aspetti più complessi relativi alle opere idrauliche nel corso di insegnamenti successivi o nel corso della vita professionale.

Prerequisiti 

Costruzioni Idrauliche 1

Contenuti 

Scopi delle opere idrauliche e loro progettazione; cenni di normativa. Elementi di idrografia ed idrologia: il ciclo idrologico; raccolta ed elaborazione dei dati idrometeorologici; rappresentazioni geometriche del bacino e dei corsi d´acqua; elaborazione delle precipitazioni; valutazione delle portate di piena. Elementi idraulici di canali, fiumi e torrenti. Trasporto del materiale solido; briglie; difese di sponda; confluenze dei torrenti; opere longitudinali e trasversali, rettifiche e nuove inalveazioni nei fiumi; arginature e rivestimenti di sponda; scolmatori e diversivi; attraversamenti e fenomeni localizzati in alveo. Impianti idroelettrici: regolazione delle portate con serbatoi; traverse fluviali; opere di dissipazione; paratoie; opere di deviazione temporanea; canali e gallerie.

Metodi didattici 

studio individuale e sviluppo di esercizi – lezioni frontal

Programma esteso 

Richiami ed approfondimenti di idrologia. Metodi di stima dei volumi di piena; determinazione degli idrogrammi sintetici per sezioni strumentate e non.
Cenni sulla normativa dighe e per la difesa del suolo. Le fasce di pertinenza fluviale. Le sistemazioni dei torrenti.
Propagazione delle piene fluviali: Modelli di moto vario a base idrologica. Modelli di moto vario a base idraulica: ipotesi di base ed equazioni di De Saint Venant; condizioni iniziali ed al contorno per correnti sub-critiche e supercritiche; risoluzione delle equazioni: metodo delle caratteristiche, metodi alle differenze finite.
Granulometria dei sedimenti. Inizio del movimento: abaco di Shields. Formule di trasporto solido. Briglie selettive. Erosioni localizzate alla base delle pile ed alle spalle dei ponti.
Le scale di risalita della fauna ittica. Tipologie, dimensionamento e verifica.
La sistemazione dei corsi d’acqua ed il controllo delle piene. Opere longitudinali (arginature, difese di sponda) e trasversali (briglie, soglie, pennelli)
Sistemi di controllo delle piene. Provvedimenti strutturali: sistemazioni idraulico-forestali, arginature, sistemazioni d’alveo, scolmatori, diversivi, serbatoi, casse di espansione. Provvedimenti non strutturali: zonazione delle aree inondabili.

Modalità di verifica dell'apprendimento 

Prove scritte

Testi di riferimento 

Appunti dalle lezioni
Da Deppo L., C. Datei e P. Salandin, Sistemazione dei corsi d'acqua - 10a Edizione. Padova: Edizioni Libreria Progetto, 2015.
Da Deppo L e P. Salandin, Opere di scarico e presa per dighe, traverse e canali - 3a Edizione. Padova: Edizioni Libreria Progetto, 2014.
Chow V.T., Open channel Hydraulics. New York: McGraw-Hill, 1959


Torna all'elenco insegnamenti