Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

ANALISI DEI FARMACI (046FA)

A.A. 2021 / 2022

Periodo 
Secondo semestre
Crediti 
8
Durata 
84
Tipo attività formativa 
Caratterizzante
Percorso 
[PDS0-2019 - Ord. 2019] comune
Syllabus 
Lingua insegnamento 

italiano

Obiettivi formativi 

1. Conoscenza e capacità di comprensione: lo studente dovrà acquisire le conoscenze fondamentali dei metodi analitici sia chimici che strumentali, descritti dalla Farmacopea Ufficiale Italiana, utilizzati per riconoscere le sostanze in essa iscritte con riguardo anche ai criteri di purezza.
2.Capacità di applicare conoscenza e comprensione: al termine del corso, lo studente dovrà essere in grado di applicare le conoscenze acquisite e le problematiche annesse, di cui al punto 1, nel riconoscimento dei medicinali tramite l'analisi con metodi chimici e strumentali come descritti dalla FU Italiana.
3. Autonomia di giudizio: seguendo criteri logici e descrittivi, lo studente sarà in grado di operare in autonomia utilizzando varie tecniche analitiche acquisite durante il corso.
4. Abilità comunicative: lo studente dovrà essere in grado di esporre in modo logico e tecnico le conoscenze acquisite nel punto 1.
5. Capacità di apprendimento: lo studente dovrà essere in grado di di trattare la materia e di approfondire le tematiche acquisite, in modo autonomo anche con il consulto dei libri di testo specifici.

Prerequisiti 

Conoscenza dei fondamenti della chimica generale inorganica ed organica con nozioni basilari di chimica farmaceutica e metodi fisici in chimica organica.

Contenuti 

Il corso di Analisi dei Farmaci si articola in una parte teorica con 24 ore di lezione frontale ed una pratica di attività di laboratorio (60 ore). Durante le ore di lezione frontale lo studente apprenderà le tecniche e le procedure analitiche che affronterà in laboratorio ai fini dell’identificazione di una molecola, nonché le reazioni chimiche che avvengono durante i saggi effettuati. Verranno trattati i metodi di separazione delle miscele come: cromatografia, estrazione con solvente, cristallizzazione, distillazione, sublimazione e centrifugazione. Le lezioni comprendono anche la trattazione strumentale quale: spettrofotometria di assorbimento atomico, IR, UV-Vis, fluorescenza, polarimetria, rifrattometria, cenni di HPLC e GC.
Durante il periodo di laboratorio lo studente affronterà tutte le tematiche relative all’analisi qualitativa strumentale e non, delle sostanze di interesse farmaceutico iscritte nella Farmacopea italiana ufficiale di ultima edizione secondo un meccanismo analitico razionale. La procedura di analisi inizierà con una prima grossolana caratterizzazione delle sostanze in base alle caratteristiche organolettiche (colore, odore, comportamento alla combustione), di solubilità e dello stato chimico-fisico (punto di fusione se solido), per poi passare ad una prima suddivisione se trattasi di molecole inorganiche, metallorganiche od organiche. A questo punto lo studente inizierà ad analizzare la sostanza ricercando la presenza di atomi quali azoto, zolfo e alogeni tramite il saggio dell’analisi elementare (Lassaigne). Successivamente verranno ricercati i gruppi funzionali tipici delle molecole quali: doppi legami, anelli aromatici, gruppi ossidrilici, carbossilici, aminici ed altri. La ricerca dell’analita per via non strumentale si completa con i saggi specifici delle classi di sostanze come: zuccheri, xantine, steroli, alcaloidi, anestetici locali, sulfamidici, fenotiazine e penicilline. La strumentazione spettrofotometrica e polarimetrica coadiuverà lo studente nel completare l’identificazione finale della molecola assegnatagli. E’ prevista un’esperienza analitica con la strumentazione HPLC. Tutte le prove saranno eseguite “in bianco” nella prima settimana di laboratorio, mentre nelle settimane successive si eseguiranno le analisi “incognite” ai fini di una valutazione (parziale) sul voto d’esame.

Metodi didattici 

24 ore di lezione frontale in aula con slide in powerpoint contenenti immagini e video per trattare al meglio la materia e 60 ore di esercitazione di laboratorio individuali durante le quali lo studente eseguirà le prove con i metodi analitici trattati in aula e con il supporto del docente e del tutor di riferimento (se presente). Su Moodle viene anche caricata una dispensa redatta dal docente che descrive le modalità di analisi da eseguire e riporta il profilo analitico dei principali composti FU da riconoscere.

Eventuali cambiamenti alle modalità qui descritte, che si rendessero necessari per garantire l'applicazione dei protocolli di sicurezza legati all'emergenza COVID19, saranno comunicati nel sito web di Dipartimento, del Corso di Studio e dell'insegnamento.

Programma esteso 

Il corso di Analisi dei Farmaci si articola in una parte teorica con 24 ore di lezione frontale ed una pratica di attività di laboratorio (60 ore). Durante le ore di lezione frontale lo studente apprenderà le tecniche e le procedure analitiche che affronterà in laboratorio ai fini dell’identificazione di una molecola, nonché le reazioni chimiche che avvengono durante i saggi effettuati. Verranno trattati i metodi di separazione delle miscele come: cromatografia, estrazione con solvente, cristallizzazione, distillazione, sublimazione e centrifugazione. Le lezioni comprendono anche la trattazione strumentale quale: spettrofotometria di assorbimento atomico, IR, UV-Vis, fluorescenza, polarimetria, rifrattometria, HPLC e GC.
Durante il periodo di laboratorio lo studente affronterà tutte le tematiche relative all’analisi qualitativa strumentale e non, delle sostanze di interesse farmaceutico iscritte nella Farmacopea italiana ufficiale di ultima edizione secondo un meccanismo analitico razionale. La procedura di analisi inizierà con una prima grossolana caratterizzazione delle sostanze in base alle caratteristiche organolettiche (colore, odore, comportamento alla combustione), di solubilità e dello stato chimico-fisico (punto di fusione se solido), per poi passare ad una prima suddivisione se trattasi di molecole inorganiche, metallorganiche od organiche. A questo punto lo studente inizierà ad analizzare la sostanza ricercando la presenza di atomi quali azoto, zolfo e alogeni tramite il saggio dell’analisi elementare (Lassaigne). Successivamente verranno ricercati i gruppi funzionali tipici delle molecole quali: doppi legami, anelli aromatici, gruppi ossidrilici, carbossilici, aminici ed altri. La ricerca dell’analita per via non strumentale si completa con i saggi specifici delle classi di sostanze come: zuccheri, xantine, steroli, alcaloidi, anestetici locali, sulfamidici, fenotiazine e penicilline. La strumentazione spettrofotometrica e polarimetrica coadiuverà lo studente nel completare l’identificazione finale della molecola assegnatagli. E' prevista un'esperienza analitica con lo strumento HPLC. Tutte le prove saranno eseguite “in bianco” nella prima settimana di laboratorio, mentre nelle settimane successive si eseguiranno le analisi “incognite” ai fini di una valutazione (parziale) sul voto d’esame.

Modalità di verifica dell'apprendimento 

Prova pratica: lo studente dovrà riconoscere alcune sostanze incognite iscritte in FU (generalmente una decina) di natura inorganica, organica o metallo-organica, secondo i criteri e le prove previste dalla stessa FU. Le analisi di riconoscimento saranno di tipo chimico che strumentale e il voto parziale sarà un giudizio che si completerà con la prova teorica. Prova teorica: si tratta di una verifica orale espressa in trentesimi della durata di circa 30 minuti, che riguarderà le tematiche svolte in aula e applicate in laboratorio nel riconoscimento sia chimico che strumentale delle sostanze iscritte in FU. Lo studente dovrà dimostrare di aver acquisito i concetti fondamentali dei meccanismi di reazione nel riconoscimento chimico delle molecole e di analisi strumentale, con sequenza logica e dimostrando la loro completa comprensione.
Il voto finale (in trentesimi) terrà conto della valutazione pratica e della prova orale.
Eventuali cambiamenti alle modalità qui descritte, che si rendessero necessari per garantire l'applicazione dei protocolli di sicurezza legati all'emergenza COVID19, saranno comunicati nel sito web di Dipartimento, del Corso di Studio e dell'insegnamento.

Altre informazioni 

per qualsiasi altra informazione contattare il docente del corso all'indirizzo dzampieri@units.it o al numero 040 558 7858

Testi di riferimento 

Farmacopea Europea, X Ed. 2020; Farmacopea Ufficiale Italiana XII Edizione; Analisi qualitativa Farmaceutica (A. Carta, M.G. Mamolo, D. Zampieri et al.) Ed. Edises; Manuale di Analisi Qualitativa (G. Caliendo, M.G. Mamolo, D. Zampieri, et al.) Ed. Edises; V. Cavrini, V. Andrisano; Principi di Analisi Farmaceutica. Ed. Esculapio (2017); Slides delle lezioni (moodle). Qualsiasi altro testo in conformità con il programma può essere utile.


Torna all'elenco insegnamenti