Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

DIRITTO PRIVATO EUROPEO (124EC)

A.A. 2019 / 2020

Periodo 
Secondo semestre
Crediti 
6
Durata 
45
Tipo attività formativa 
Affine/Integrativa
Percorso 
[PDS0-2016 - Ord. 2016] comune
Mutuazione 
Mutuato: EC12 - 124EC - DIRITTO PRIVATO EUROPEO
Syllabus 
Lingua insegnamento 

Italiano

Obiettivi formativi 

La frequenza alle lezioni e lo studio individuale consentiranno allo studente di:
- conoscere l'origine, l'evoluzione e la struttura istituzionale dell'Unione Europea, nonché i processi e le metodologie di creazione del Diritto Privato Europeo, l'attività di armonizzazione, uniformazione e unificazione delle regole giuridiche, il sistema delle fonti, l'adeguamento del diritto interno al diritto dell'Unione Europea, con particolare riguardo alle materie trattate nella parte speciale del corso.
- reperire, identificare e interpretare un testo normativo dell’Unione Europea, li giurisprudenza della Corte di giustizia dell’UE, la normativa italiana di attuazione del diritto dell'Unione Europea.
- esaminare criticamente i fenomeni del rapporto tra diritto dell’Unione Europea e diritto interno, la circolazione delle regole e dei modelli giuridici, la trasposizione di concetti tra diversi sistemi giuridici.
- apprendere e esporre compiutamente i contenuti del corso.

Prerequisiti 

Prerequisiti: conoscenza e padronanza della lingua italiana.
Sono propedeutici al corso di Diritto Privato Europeo:
Istituzioni di Diritto Privato;
Istituzioni di Diritto Pubblico

Contenuti 

Il programma del corso di Diritto Privato Europeo consta di una parte generale e di una parte speciale.

I - PARTE GENERALE
1. Comunità Europee e Unione europea: origini ed evoluzione
2. Unione Europea: il quadro istituzionale
3. Diritto privato dell’Unione Europea: armonizzazione, uniformazione e unificazione
4. Circolazione e trasposizione di concetti e regole
5. Le fonti del diritto dell'Unione Europea
6. Rapporti tra diritto dell’Unione Europea e diritto interno.
7. Rinascita del diritto comune europeo

II- PARTE SPECIALE
1. Il diritto delle società
2. Il diritto europeo dei contratti e la tutela del consumatore
3. La responsabilità civile del produttore
4. La disciplina della concorrenza
5. La tutela europea della proprietà industriale e intellettuale

Metodi didattici 

Il corso prevede una serie di lezioni frontali ed esercitazioni con la partecipazione degli studenti.
Per i frequentanti le lezioni, potranno essere previste delle prove intermedie per verificare il livello di apprendimento.

Programma esteso 

Il programma del corso di Diritto Privato Europeo consta di una parte generale e di una parte speciale.

I - PARTE GENERALE
1. Comunità Europee e Unione europea: origini ed evoluzione
2. Unione Europea: il quadro istituzionale
3. Diritto privato dell’Unione Europea: armonizzazione, uniformazione e unificazione
4. Circolazione e trasposizione di concetti e regole
5. Le fonti del diritto dell'Unione Europea
6. Rapporti tra diritto dell’Unione Europea e diritto interno.
7. Rinascita del diritto comune europeo

II- PARTE SPECIALE
1. Il diritto delle società
2. Il diritto europeo dei contratti e la tutela del consumatore
3. La responsabilità civile del produttore
4. La disciplina della concorrenza
5. La tutela europea della proprietà industriale e intellettuale

Modalità di verifica dell'apprendimento 

L'esame, volto alla valutazione dello studente, viene effettuato nel modo seguente:
- Un test scritto, composto da domande aperte e domande con risposte a scelta multipla su tutti gli argomenti del corso. I candidati hanno a disposizione per il test 50 minuti. Per superare il test, il candidato deve rispondere correttamente alla maggioranza delle domande formulate, comprendenti la maggioranza delle domande aperte.
- Il candidato che supera il test scritto dovrà poi sostenere, nello stesso appello d'esame, un colloquio orale volto ad accertare la sua preparazione complessiva sulla materia del corso. Le domande (almeno due) potrà riguardare sia la parte generale (es.: Quali sono le caratteristiche di un regolamento europeo?) sia la parte speciale del corso (es.: Che cosa s'intende per prodotto difettoso, ai fini della responsabilità del produttore?).
Lo studente dovrà dimostrare di aver conseguito un livello adeguato di conoscenza e comprensione, anche di carattere applicativo, della materia del corso. Saranno valutate anche la capacità di ragionamento e la proprietà di linguaggio del candidato. A seguito dell'esito positivo anche dell'esame orale, lo studente riceverà un voto espresso in trentesimi (dal 18 al 30).

Altre informazioni 

L'iscrizione all'esame va effettuata on line.
Gli studenti che in piano di studi hanno il corso di "Diritto dell'Unione Europea" (disattivato) devono prepararsi sul programma di "Diritto dell'Unione Europea".

Testi di riferimento 

- G. BENACCHIO, Diritto Privato dell’Unione Europea, Cedam, Padova, ultima edizione.
- le slides, testi normativi (Trattati, Regolamenti e Direttive) e le sentenze della Corte di Giustizia collocate su MOODLE;


Torna all'elenco insegnamenti