Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

DIRITTO DEL LAVORO DELL'UNIONE EUROPEA (070GI)

A.A. 2019 / 2020

Docenti 
Periodo 
Secondo semestre
Crediti 
6
Durata 
45
Tipo attività formativa 
Caratterizzante
Percorso 
[PDS0-2016 - Ord. 2016] comune
Mutuazione 
Mutuato: GI01 - 070GI - DIRITTO DEL LAVORO DELL'UNIONE EUROPEA
Syllabus 
Lingua insegnamento 

ITALIANO

Obiettivi formativi 

1) Conoscenza e capacità di comprensione: al termine del corso lo studente dovrà aver acquisito le nozioni principali nelle materie del diritto del lavoro dell'Unione europea. Lo studente dovrà dimostrare di conoscere il quadro normativo eurounitario, con riferimento ad istituzioni, sistema delle fonti, processi decisionali, ruolo della giurisprudenza.
2) Capacità di applicare conoscenze e competenze: al termine del corso lo studente dovrà essere in grado di reperire, riconoscere ed interpretare un testo normativo relativo alla materia studiata.
3) Autonomia di giudizio: al termine del corso lo studente dovrà essere in grado di analizzare e discutere diverse possibili opzioni interpretative della dottrina e della giurisprudenza.
4) Abilità comunicative: al termine del corso lo studente dovrà dimostrare di essere in grado di esporre le conoscenze acquisite di cui al punto 1) con accuratezza e proprietà di linguaggio.
5) Capacità di apprendere: al termine del corso lo studente dovrà essere in grado di reperire e comprendere autonomamente gli orientamenti giurisprudenziali della Corte di Giustizia UE così come i successivi interventi normativi di aggiornamento della materia studiata.

Prerequisiti 

Il superamento dell'esame di Diritto del lavoro non è propedeutico, ma è fortemente raccomandato.

Contenuti 

Il Corso sarà articolato in due parti. Una prima parte, di carattere introduttivo, sarà dedicata allo studio dei principali interventi del diritto comunitario del lavoro sugli istituti del diritto sindacale e del lavoro (libera circolazione dei lavoratori e sicurezza sociale; igiene e sicurezza del lavoro; parità di trattamento e pari opportunità; armonizzazione delle legislazioni degli Stati membri dell'UE in materia di rapporto di lavoro). La seconda parte sarà dedicata all'approfondimento del tema del dialogo sociale europeo, con specifico riguardo alle prospettive della contrattazione collettiva sovranazionale.

Metodi didattici 

Il Corso consisterà per tre quarti di lezioni frontali e per un quarto di seminari ed esercitazioni su casistica giurisprudenziale.

Programma esteso 

Il Corso sarà articolato in due parti. Una prima parte, di carattere introduttivo, sarà dedicata allo studio dei principali interventi del diritto comunitario del lavoro sugli istituti del diritto sindacale e del lavoro (libera circolazione dei lavoratori e sicurezza sociale; igiene e sicurezza del lavoro; parità di trattamento e pari opportunità; armonizzazione delle legislazioni degli Stati membri dell'UE in materia di rapporto di lavoro). La seconda parte sarà dedicata all'approfondimento del tema del dialogo sociale europeo, con specifico riguardo alle prospettive della contrattazione collettiva sovranazionale.

Modalità di verifica dell'apprendimento 

L’esame è orale e consta di tre domande, una di carattere generale e due su profili maggiormente specifici delle materie studiate.
Il voto è espresso in trentesimi; l’esame è considerato sufficiente con una votazione di almeno 18/30.

Altre informazioni 

Il programma è lo stesso per frequentanti e non frequentanti.

Testi di riferimento 

F. Carinci - A. Pizzoferrato (a cura di), Diritto del lavoro dell'Unione europea, Torino, Giappichelli, ultima edizione.


Torna all'elenco insegnamenti