Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

STORIA DELL'ARTE CONTEMPORANEA (056AR)

A.A. 2018 / 2019

Periodo 
Primo semestre
Crediti 
6
Durata 
48
Tipo attività formativa 
Affine/Integrativa
Percorso 
[PDS0-2015 - Ord. 2015] comune
Syllabus 
Lingua insegnamento 

Italiano

Obiettivi formativi 

1) Conoscenza e comprensione Conoscenza e comprensione delle principali dinamiche della storia dell'arte dalle origini al Novecento; Conoscenza e comprensione delle principali tipologie della produzione artistica anche dal punto di vista della tecnica esecutiva; Analisi dei rapporti tra produzione artistica e sviluppo dell’architettura
2) Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Essere in grado di riconoscere e distinguere prodotti artistici di epoche e di aree geografiche diverse e di contestualizzarli dal punto di vista cronologico e tipologico
3) Autonomia di giudizio
Essere in grado di offrire personali interpretazioni sulla funzione e sulla qualità visiva delle singole opere analizzate
4) Abilità comunicative
Essere in grado di analizzare consapevolmente a voce opere e periodi storici con rigore logico e terminologico
5) Capacità di apprendimento
Le capacità di apprendimento saranno misurate da un esame orale attraverso l'individuazione di nuclei tematici e il riconoscimento di immagini proiettate a lezione e presenti nel materiale selezionato e fornito dal docente.

Prerequisiti 

conoscenza elementare delle principali tappe della storia dell'arte, soprattutto quelle dal Quattro al Novecento.

Contenuti 

L'arte attraverso i secoli: metodi, tecniche e relazioni.
Il corso si propone di affrontare lo sviluppo delle linee guida dell'arte dal Quattrocento al Novecento. Si procederà attraverso l'illustrazione di opere particolarmente significative dal punto di vista tecnico, stilistico e sociale, sottolineando le modalità di ricezione da parte del pubblico e della critica.
In particolare verranno analizzate le seguenti opere e contesti: Donatello alla Basilica del Santo a Padova; Michelangelo e le Tombe Medicee; Gianbologna e la scultura manierista; Bernini e il cantiere di San Pietro; La scultura da giardino nel Settecento veneto; Carpeaux e la scultura del II Impero; Rodin e la Porta dell’inferno; La scultura futurista; La scultura tra le due guerre; La scultura monumentale nel primo e nel secondo dopoguerra

Metodi didattici 

lezioni frontali con proiezione di immagini in powerpoint. Analisi stilistico-critica delle opere riprodotte e loro contestualizzazione storica

Programma esteso 

Il corso si propone di affrontare il ruolo, tra allegoria e propaganda, avuto tra Quattro e Novecento dalla scultura monumentale. Si procederà attraverso l'illustrazione di opere particolarmente significative, sottolineandone le modalità di ricezione da parte del pubblico e della critica.

Modalità di verifica dell'apprendimento 

esame orale con individuazione di nuclei tematici e riconoscimento di immagini proiettate a lezione e presenti nel materiale selezionato e fornito dal docente; il giudizio e la conseguente valutazione si formano sulla puntualità delle risposte e sulla capacità di contestualizzare e collegare tra loro le informazioni

Altre informazioni 

Per ulteriori informazioni rivolgersi al docente durante l'orario di ricevimento, contattare l’indirizzo e-mail mdegrassi@units.it, o telefonare al 040 5584444

Testi di riferimento 

Ernst H. Gombrich, La storia dell'arte raccontata da Ernst H. Gombrich, Torino, Einaudi, 1966 o edizioni successive, cap. 9-28
Rudolf Wittkower, La scultura. Dall'antichità al Novecento, Torino, Einaudi, 1977 o edizioni successive
Antologia critica: raccolta di testi fornita dal docente
appunti dalle lezioni
il programma va integrato con la consultazione di un CD contenente le riproduzioni digitalizzate di una parte delle immagini utilizzate durante le lezioni


Torna all'elenco insegnamenti