Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

NOZIONI DI GESTIONE DEI RISCHI NATURALI (065AR)

A.A. 2018 / 2019

Periodo 
Primo semestre
Crediti 
4
Durata 
32
Tipo attività formativa 
A scelta dello studente
Percorso 
[PDS0-2015 - Ord. 2015] comune
Mutuazione 
Mutuato: SP54 - 622SP - NOZIONI DI GESTIONE DEI RISCHI NATURALI
Syllabus 
Lingua insegnamento 

ITALIANO

Obiettivi formativi 

Il corso si propone di fornire agli studenti le seguenti competenze conoscitive e capacità:
D1. Conoscenza e capacità di comprensione: al termine del corso gli studenti dovranno conoscere le problematiche relative al rapporto tra progetto e gestione delle trasformazioni del territorio, nei progetti di sviluppo locale sostenibile e volti all'empowerment delle comunità.
D2. Capacità di applicare conoscenza e comprensione: alla fine del corso gli studenti dovranno essere in grado di applicare le conoscenze acquisite allo studio di ipotesi di rigenerazione urbana e territoriale, nella gestione dei rischi, nella gestione dei conflitti ambientali e territoriali.
D3. Autonomia di giudizio: al termine del corso gli studenti dovranno essere in grado di operare in piena autonomia nell'interpretare i contesti locali, nel proporre processi di interazione tra organizzazioni, enti e popolazione, specie in luoghi soggetti a vulnerabilità ambientale.
D4. Abilità comunicative: al termine del corso gli studenti dovranno essere in grado di esporre, discutere ed applicare chiaramente i concetti e gli strumenti operativi acquisiti, specie utilizzando strumenti di ascolto e confronto negoziale.
D5. Capacità di apprendimento: al termine del corso gli studenti dovranno dimostrare di saper collaborare, all'interno di un team multidisciplinare, alla costruzione di progetti e politiche per la gestione e la tutela del territorio, in un'ottica di sviluppo durevole e sostenibile.

Prerequisiti 

Non sono richiesti prerequisiti per la frequenza del corso; possono essere utili conoscenze preliminari di legislazione in materia di difesa dell’ambiente e di governo del territorio.

Contenuti 

Un percorso di formazione che introduca ai temi della tutela e della gestione del territorio deve portare lo studente ad approcciarsi sperimentalmente:
- alle trasformazioni fisiche del territorio e dei suoi insediamenti;
- al governo dei processi che si svolgono al suo interno e che ne consentono la fruizione e la cura.
In questo senso, il concetto di rigenerazione urbana e territoriale assume sempre maggiore importanza, specialmente nei territori di antico insediamento, nei quali i percorsi di costruzione delle città, dei territori urbanizzati e dei paesaggi antropizzati si sono sviluppati e modificati come un più volte rielaborato palinsesto. In questa cornice si colloca nel prossimo futuro l’azione dei progetti di cooperazione internazionale, chiamati a tutelare i territori, a renderli attrattivi e competitivi, ma soprattutto a prevenire i rischi ambientali che li minacciano, sviluppandone la resilienza.
Il corso sarà articolato in tre parti, dedicate ad approfondire le nozioni basilari relative a:
- Pianificazione urbanistica e gestione della città e del territorio;
- Climate chage, rischio ambientale e progetto urbanistico;
- Conflitto, inclusione, empowement delle comunità locali.
Ogni anno di corso sarà nello specifico dedicato inoltre all’approfondimento di un particolare tema monografico, in relazione al quale gli studenti saranno chiamati a sviluppare dei case-studies appropriati.

Metodi didattici 

Le attività proposte saranno per la maggior parte lezioni frontali e seminari di approfondimento, ma sono previste anche attività laboratoriali, che vedranno l’intervento di esperti esterni e richiederanno lo svolgimento di specifiche esercitazioni, da svolgere in parte in aula e in parte a casa. Sarà particolarmente apprezzata l’attitudine degli studenti all’interazione in aula, la loro propositività e la capacità di sviluppare un dialogo costruttivo all’interno del gruppo di lavoro.
Le lezioni, i seminari e le altre attività si terranno a Gorizia, presso la sede del Polo di via Alviano 18.

Programma esteso 

Per consultare il programma esteso ed aggiornato sulla base delle esigenze dimostrate dagli studenti durante il corso, si rinvia alla piattaforma e-learning Moodle.

Modalità di verifica dell'apprendimento 

L’esame è volto ad accertare l’acquisizione, oltre che delle nozioni come da programma, delle abilità logico-critiche ed espressivo-comunicative. Per i frequentanti (eventualmente in gruppi di al massimo 2 persone) è prevista la redazione di una prova scritta, con la predisposizione di una tesina che sviluppi la descrizione e valutazione critica di casi studio. La tesina verrà presentata all'esame durante un colloquio individuale. La valutazione finale si baserà per 1/3 sulla tesina e 2/3 sulla prova orale.

Testi di riferimento 

Si segnalano i seguenti testi di riferimento:
Ulrich Beck, Carlo Sandrelli, Conditio humana: il rischio nell'età globale, GLF editori Laterza, Roma 2008.
Luigi Bobbio, Alberico Zeppetella, Perché proprio qui? Grandi opere e opposizioni locali, Franco Angeli, Milano 1999.
Carlo Carraro, Alessandra Mazzai, Il clima che cambia. Non solo un problema ambientale, il Mulino, Bologna 2015.
Bruna De Marchi, Luigi Pellizzoni, Daniele Ungaro, Il rischio ambientale, Il Mulino, Bologna 2001.
Ugo Leone, Fragile: il rischio ambientale oggi, Carocci, Roma 2015.
Nicolò Leotta (a cura di), Cooperazione decentrata : sviluppo umano, territorio, turismo, Franco Angeli, Milano 2008.
Luca Mercalli, Prepariamoci. A vivere in un mondo con meno risorse, meno energia [...] più felicità, Chiarelettere, Milano 2011.
Francesco Musco, Edoardo Zanchini (a cura di), Il clima cambia le città: strategie di adattamento e mitigazione nella pianificazione urbanistica, FrancoAngeli, Milano 2014.
Patrizia Nanz e Miriam Fritsche, La partecipazione dei cittadini: un manuale, Regione Emilia Romagna, Bologna 2014.
Marianella Sclavi, Lawrence Susskind, Confronto creativo. Dal diritto di parola al diritto di essere ascoltati, Hoepli, Milano 2011.
Nick Wates, Community Planning Handbook, Earthscan, London 2000.

I testi di riferimento verranno integrati con gli appunti delle lezioni e altri materiali, resi disponibili dalla docenza sulla piattaforma e-learning Moodle.


Torna all'elenco insegnamenti