Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

ESTETICA (055AR)

A.A. 2018 / 2019

Periodo 
Secondo semestre
Crediti 
4
Durata 
32
Tipo attività formativa 
A scelta dello studente
Percorso 
[PDS0-2015 - Ord. 2015] comune
Syllabus 
Obiettivi formativi 

Il corso si propone di fornire agli studenti le seguenti competenze conoscitive e capacità:
D1. Conoscenza e capacità di comprensione: al termine del corso gli studenti dovranno aver acquisito competenze relative alla metodologia della ricerca, da applicarsi nei differenti contesti disciplinari;

D2. Capacità di applicare conoscenza e comprensione: alla fine del corso gli studenti dovranno essere in grado di applicare le conoscenze acquisite al punto 1, trattando casi studio relativi all’evoluzione dell’architettura e della città del XX secolo;

D3. Autonomia di giudizio: al termine del corso gli studenti dovranno essere in grado di individuare in piena autonomia relazioni tra la letteratura, la filosofia e la costruzione della città contemporanea;

D4. Abilità comunicative: al termine del corso gli studenti dovranno essere in grado di esporre, discutere ed applicare chiaramente i concetti acquisiti nei punti 1 e 2;

D5. Capacità di apprendimento: al termine del corso gli studenti dovranno essere in grado di approfondire in modo autonomo la questione dell’esperienza della città e della metropoli nel secolo che ha visto la loro ascesa, portando al fenomeno contemporaneo della dominanza della città sul territorio.

Contenuti 

Il corso sarà articolato in moduli formativi:
1. Estetica e Modernità
2. La figura della “rovina” nella cultura moderna
3. Mappare le trasformazioni urbane: la letteratura come strumento

modulo 1
Contenuti: il corso si approccia all’idea di città così come essa è stata pensata ed elaborata tra gli anni venti e trenta del Novecento da alcuni autori che hanno lasciato una traccia importante nell’analisi della Modernità. Per fare ciò si occuperà di alcune figure emblematiche del periodo entre-deux-guerres come Walter Benjamin e altri, e di una corrente artistica delle avanguardie storiche come il surrealismo.

modulo 2
Contenuti: studiare il senso che la figura della rovina ha acquisito nel corso della cultura moderna, almeno a partire dal XVIII secolo per giungere all’età contemporanea, ripensando, per tramite di questa ricerca, al senso del costruire e del distruggere in architettura e urbanistica (ma anche intrecciandosi alle questioni su tutela e conservazione o sostituzione del patrimonio costruito, densificazione, consumo di suolo, ecc.)

modulo 3
Contenuti: il modulo intende attivare un peculiare laboratorio ermeneutico grazie al quale lo studio delle fonti si accompagna alla riflessione sull’architettura. Ci si soffermerà su alcuni dei testi – saggistici e narrativi – che hanno dato avvio a un’analisi sul modo di cogliere le immagini della città attraverso una scrittura sperimentale, capace di restituire il ritmo della vita metropolitana e di coglierne i dettagli più significativi.


Torna all'elenco insegnamenti