Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

ELEMENTI DI ECONOMIA ED ESTIMO (042AR)

A.A. 2019 / 2020

Periodo 
Secondo semestre
Crediti 
6
Durata 
48
Tipo attività formativa 
Affine/Integrativa
Percorso 
[PDS0-2015 - Ord. 2015] comune
Syllabus 
Lingua insegnamento 

italiano

Obiettivi formativi 

Il corso si propone di fornire agli studenti le seguenti competenze conoscitive e capacità:

D1. Conoscenza e capacità di comprensione: al termine del corso gli studenti dovranno conoscere i riferimenti teorici e pratici di base relativi alla teoria economica macro e micro; alle caratteristiche della produzione e della domanda di beni e servizi; alla struttura ed al funzionamento dei mercati; ai meccanismi di formazione dei prezzi, dei costi e dell’equilibrio; al comportamento degli agenti economici di riferimento; all’analisi delle decisioni economiche; alla determinazione del “valore economico” e monetario dei beni (pubblici e privati); ai principi generali della disciplina estimativa e della matematica finanziaria.

D2. Capacità di applicare conoscenza e comprensione: alla fine del corso gli studenti dovranno essere in grado di applicare le conoscenze acquisite al punto 1, con particolare attenzione alla valutazione dei modelli teorici ed all'applicazione degli strumenti per l'analisi economico-finanziaria ed estimativa dei mercati reali.

D3. Autonomia di giudizio: al termine del corso gli studenti dovranno essere in grado di operare in piena autonomia di analisi, valutazione ed impiego dei modelli e delle tecniche analitiche esaminate durante il corso.

D4. Abilità comunicative: al termine del corso gli studenti dovranno essere in grado di esporre, discutere ed applicare chiaramente i concetti e gli strumenti di analisi e di interpretazione dei fenomeni economici acquisiti nei punti 1 e 2.

D5. Capacità di apprendimento: al termine del corso gli studenti dovranno essere in grado di approfondire in modo autonomo gli argomenti trattati nel corso, anche tramite la consultazione di testi di bibliografia e sitografia specifica, approfondimenti normativi e tecnici di interesse nazionale ed internazionale.

Prerequisiti 

Non sono richieste conoscenze preliminari specifiche.

Contenuti 

Il corso approfondirà nel dettaglio le seguenti tematiche:

Parte I – Introduzione alla teoria economica

Elementi di economia:
L’ambito di indagine della teoria economica
Micro e macro economia
La determinazione del “valore economico” e monetario dei beni (pubblici e privati)
Il comportamento degli agenti economici: consumatori ed imprese
L’analisi delle decisioni (scelte) economiche: la razionalità in economia
L’analisi strategica per le decisioni aziendali
Curva di domanda e di offerta
Condizioni di efficienza tecnico-economica della produzione
La struttura ed il funzionamento dei mercati
I meccanismi di formazione dei prezzi
Il ruolo dell'informazione
L’analisi dell’equilibrio (equilibrio di breve e lungo periodo)
Il ciclo di vita di un prodotto/servizio (PLC)
Definizione e classificazione del concetto di costo (costi diretti, indiretti, congiunti, sociali...)
Il punto di break-even (BEP)
Strumenti di analisi macro.

Principi di matematica finanziaria:

Capitalizzazione semplice: interesse semplice e montante semplice. Capitalizzazione composta: interesse composto, montante composto. Annualità costanti: accumulazione finale ed iniziale. Annualità costanti illimitate: capitalizzazione. Saggio di interesse e saggio di capitalizzazione. Redditi transitori e permanenti. Tasso di sconto e attualizzazione. Quote di reintegrazione e di ammortamento. I mutui bancari. Operazioni su valori differiti nel tempo. Rendita perpetua e rendita vitalizia.
(Seminario di approfondimento - Prof. R. Daris, Università degli Studi di Trieste)

Parte II – Introduzione al metodo estimativo

Contenuti, scopi e metodi dell’estimo
I contenuti e gli scopi della stima. Le fasi della stima. La comparazione con i prezzi di mercato. La capitalizzazione dei redditi. Il costo di produzione. Il valore di trasformazione. Il valore complementare. Il costo di surrogazione. Il procedimento di stima.
Il valore nel contesto estimativo
La valutazione immobiliare
Il mercato immobiliare
Il processo di valutazione
I criteri di valutazione: il criterio al costo di ricostruzione; il criterio di mercato; il criterio reddituale; il metodo della capitalizzazione diretta.

Metodi didattici 

Il corso si svolgerà tramite lezioni frontali e incontri seminariali programmati con la presenza di studiosi ed esperti esterni del settore, con discussione e confronto in aula secondo la seguente struttura:
- presentazione di temi ed argomenti teorici;
- seminari di approfondimento;
- illustrazione di casi di studio;
- discussione e dibattito con gli studenti.

Programma esteso 

Ulteriori informazioni e dettagli sono disponibili sulla piattaforma Moodle
di Ateneo
http://moodle2.units.it

Modalità di verifica dell'apprendimento 

La verifica dell’apprendimento sarà effettuata attraverso un esame costituito da un colloquio individuale a domande aperte sui temi teorici trattati nel corso delle lezioni. In particolare, le conoscenze acquisite dagli studenti verranno verificate con almeno tre domande relativamente a: funzionamento dei meccanismi di mercato; modalità operative dei soggetti economici; teorie economiche principali; analisi micro e macro economica; strumenti di matematica finanziaria; elementi e metodi estimativi. Il voto viene espresso in trentesimi.

Altre informazioni 

Materiali didattici disponibili sulla piattaforma Moodle di Ateneo
http://moodle2.units.it

Testi di riferimento 

Testi di studio:

Borghi A. (2009), Finanza immobiliare. Il mercato, la valutazione, gli strumenti e le tecniche di finanziamento, EGEA Edizioni, Milano.
Cipolotti G. B. (2010), Estimo generale e immobiliare, Collana Studi e Progetti, Libreriauniversitaria.it Edizioni, Padova.
Cozzi T., Zamagni S. (2004), Istituzioni di economia politica. Un testo europeo, Il Mulino, Bologna.
Frank Robert H., Bernanke Ben S. (2004), Principi di Economia, McGraw-Hill, Milano.
Gallerani V., Zanni G., Viaggi D. (2004), Manuale di Estimo, McGraw-Hill, Milano.
Grant Robert M. (2011), L’analisi strategica per le decisioni aziendali, Il Mulino Edizioni, Bologna.
Polelli M. (2008), Trattato di Estimo, Maggioli Editore, Rimini.
Thuesen Gerald J., Fabrycky Wolter J. (2003), Economia per ingegneri, Il Mulino Edizioni, Bologna.

Materiali didattici distribuiti in aula.

Testi di approfondimento:

Chrystal K. A., Lipsey R. C. (2001), Principi di economia, Zanichelli, Bologna.
Crescentini G. (2004), Trattato di pratica catastale. Catasto dei fabbricati, Nona edizione, Maggioli Editore, Rimini.
Jackson T. (2011), Prosperità senza crescita. Economia per il pianeta reale, Collana – Saggi -, Edizioni Ambiente.
Mazzucato M. (2018), Il valore di tutto. Chi lo produce e chi lo sottrae nell'economia globale, Editori Laterza, Bari.
McConnell Campbell. R., Brue Stanley. L. (1994), Economia, McGraw-Hill, Milano.
Michieli I., Michieli M. (2002), Trattato di Estimo, Edagricole, Bologna.
Pongiluppi G. (2002), Strumenti matematici per le operazioni di stima dell’estimo civile, Edizioni Clueb, Bologna.
Simonotti M. (1997), La stima immobiliare, UTET, Torino.
Stellin G., Rosato P. (1998), La valutazione economica di beni ambientali. Metodologia e casi di studio, CittàStudi Edizioni.

Proposte di approfondimento e letture di estimo, teoria economica ed economia ambientale:

Amicabile S. (2004), Manuale di estimo. Estimo civile, rurale, legale, ambientale, catastale, Hoepli.
Becchetti L. (2014, Wikieconomia. Manifesto dell'economia civile, Il Mulino, Bologna.
Begg D., Fischer S., Dornbusch R. (2006), Introduzione all'economia. Gli operatori, i mercati e il sistema economico, Collana Economia, Hoepli Edizioni, ISBN: 9788820334949.
Costa M. (2015), Psicologia ambientale e architettonica. Come l'ambiente e l'architettura influenzano la mente e il comportamento, Franco Angeli, Milano.
Cozzi T., Zamagni S. (2004), Istituzioni di economia politica. Un testo europeo, Il Mulino, Bologna.
Grillenzoni M, Grittani G. (1994), Estimo. Teoria, procedure di valutazione e casi applicativi, Calderoni, Bologna.
Luigi Fusco Girard, Peter Nijkamp (1997), Le valutazioni per lo sviluppo sostenibile della città e del territorio, Franco Angeli, Milano.
Mullainathan S., Shafir E. (2014), Scarcity. Perché avere poco significa tanto, Il Saggiatore, Milano.
Napoli G. (2007), Teoria e pratica dei capitali urbani. La forma temporale e monetaria della città, Collana Urbanistica, Franco Angeli, Milano.
Pearce David W., Turner R. Kerry, (1991), Economia delle risorse naturali e dell'ambiente, Il Mulino, Bologna.
Realfonzo A. (1994), Teoria e metodo dell’estimo urbano, Nuova Italia Scientifica.
Ridley M. (2013), Un ottimista razionale. Come evolve la prosperità, Le Scienze, Codice Edizioni, Torino.
Rifkin J. (2017), La società a costo marginale zero. L'intern


Torna all'elenco insegnamenti