Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

COMPOSIZIONE ARCHITETTONICA 1 (067AR-1)

A.A. 2021 / 2022

Periodo 
Annualità singola
Crediti 
8
Durata 
64
Tipo attività formativa 
Caratterizzante
Percorso 
[PDS0-2018 - Ord. 2018] comune
Syllabus 
Lingua insegnamento 

ITALIANO

Obiettivi formativi 

Poiché crediamo che l’architettura, in quanto disciplina, possa ancora essere considerata una preziosa forma di conoscenza trasmissibile, il Corso si prefigge di insegnare a comprendere le regole della composizione attraverso l’esperienza pratica che insieme allo lo studio dei testi consigliati e alla lettura critica di opere architettoniche esemplari, saranno in grado fornire allo studente del primo anno le basi necessarie per esplorare ed affrontare il campo disciplinare dell’architettura.
Si ritiene che tale preparazione costituisca un passaggio obbligato per acquisire i primi fondamenti della materia, per comprenderne i significati e per imparare a fare opera d’interpretazione dei concetti, stabilendo e trovando le prime regole per costruire un progetto di architettura.
Conoscenza e capacità di comprensione
Lo studente dovrà essere in grado di acquisire gli strumenti culturali e le tecniche indispensabili a comprendere, interpretare e rappresentare i caratteri di un manufatto, apprendere le regole fondamentali della composizione architettonica, la conoscenza dei materiali ed i principi statici elementari necessari alla progettazione di un edificio.
Conoscenza e capacità di comprensione applicate
Lo studente dovrà prendere coscienza delle relazioni che intercorrono fra il momento dell'ideazione e quello della costruzione; vale a dire della complessità che governa i processi che stanno alla base del progetto architettonico, affinché possa egli stesso essere in grado di elaborare un progetto di architettura che si avvalga di tutti i criteri richiesti dalla disciplina.
Autonomia di giudizio
Al termine del Corso, sulla base dei testi consigliati e dei contenuti delle lezioni, lo studente dovrà essere in grado di elaborare un proprio pensiero sui diversi argomenti trattati, tenendo conto delle implicazioni teoriche, filosofiche ed estetiche in essi presenti.
Abilità comunicative
In sede d’esame lo studente dovrà dimostrare di essere capace di comunicare ciò che ha appreso, attraverso l’esposizione teorica e l’applicazione pratica delle tecniche e delle regole Compositive.
Capacità di apprendere
Durante lo svolgimento e in conclusione del corso, lo studente dovrà dimostrare la sua capacità di apprendimento e di sintesi integrando i temi trattati con ricerche e approfondimenti sviluppati in maniera autonoma e che dovranno trovare riscontro pratico nell’elaborazione del progetto finale.

Contenuti 

Poiché crediamo che l’architettura, in quanto disciplina, possa ancora essere considerata una preziosa forma di conoscenza trasmissibile, il Corso si prefigge di insegnare a comprendere le regole della composizione attraverso l’esperienza pratica che insieme allo lo studio dei testi consigliati e alla lettura critica di opere architettoniche esemplari, saranno in grado fornire allo studente del primo anno le basi necessarie per esplorare ed affrontare il campo disciplinare dell’architettura.
Si ritiene che tale preparazione costituisca un passaggio obbligato per acquisire i primi fondamenti della materia, per comprenderne i significati e per imparare a fare opera d’interpretazione dei concetti, stabilendo e trovando le prime regole per costruire un progetto di architettura.
Il Corso ha come nucleo centrale il progetto di Architettura, inteso come processo in cui e attraverso il quale, ragioni costruttive, tecniche ed espressive si concretizzano in forma coerente, appropriata e significativa.
Lezioni, seminari, ed esercitazioni concorreranno pertanto ad esplorare i tratti salienti del Fenomeno Architettonico, considerando la trasformazione nel tempo, e nel nostro tempo, dei principi e delle regole necessarie al suo definirsi entro un orizzonte disciplinare che considera la costruzione come definizione degli elementi necessari al costruirsi della forma stessa.
Lo studente, quindi, solo dopo aver intrapreso il percorso propedeutico che lo porterà ad acquisire gli strumenti culturali e le tecniche indispensabili necessarie a comprendere, interpretare e rappresentare i caratteri di un manufatto, ad apprendere le regole fondamentali della composizione architettonica e a conoscere i materiali ed i principi statici elementari necessari alla progettazione di un edificio, sarà in grado di prendere realmente coscienza delle relazioni che intercorrono fra il momento dell'ideazione e quello della costruzione; vale a dire della complessità che governa i processi che stanno alla base del progetto architettonico.
Il Corso incentra i suoi interessi generali sul tema di progetto di un manufatto di piccole dimensioni, individuando in esso il fulcro fondamentale per avviare un ragionamento sul concetto di spazio, tipo, funzione, forma e volume in architettura.

Metodi didattici 

Il tema del Corso si concretizzerà in un’esperienza individuale nella quale ogni studente sarà impegnato nell’elaborazione di un progetto architettonico consistente in un manufatto di piccole dimensioni, collocato in un sito definito da misure e vincoli che saranno precisati ed illustrati dettagliatamente, anche con l’ausilio dei materiali di base che verranno forniti, durante il corso delle lezioni.
Sempre in questa fase del corso sono previste verifiche settimanali da parte della docenza sullo stato di avanzamento del lavoro progettuale intrapreso dagli studenti, i quali saranno tenuti a presentare di volta in volta le proprie ipotesi di progetto sotto forma di schizzi, appunti, elaborati grafici e di modelli, nella forma e nei modi che verranno loro comunicati.
Al termine di questa seconda fase, avrà luogo un seminario conclusivo durante il quale lo studente sarà chiamato ad esporre sinteticamente e pubblicamente il lavoro svolto e che costituirà anche il momento per una valutazione globale dell’esperienza progettuale condotta nel laboratorio. In tale occasione, gli studenti, coadiuvati dal corpo docente, avranno tuttavia l’opportunità di portare il progetto a raggiungere quel livello di definizione necessaria al fine di poter affrontare l’esame finale.
Lo studente per maturare il numero complessivo di crediti è tenuto a partecipare a tutte le diverse fasi previste dall’organizzazione del laboratorio e a portare a termine le esercitazioni assegnategli.

Modalità di verifica dell'apprendimento 

L'esito dell’esame di profitto (espresso attraverso un voto in trentesimi) sarà determinato dalla valutazione da parte della commissione degli elaborati grafici e dei modelli presentati dai candidati; tuttavia, è necessario precisare che lo studente dovrà essere in grado di sostenere e di esporre correttamente le proprie scelte progettuali, in maniera che da questa prova si possa evincere la capacità critica acquisita durante il Corso, il livello culturale raggiunto attraverso lo studio dei testi indicati e la personale capacità di rielaborazione dei contenuti delle lezioni.
Materiali richiesti per sostenere l’esame
- Elaborati grafici costituiti da una o più tavole di disegni architettonici atti a rappresentare in
scala adeguata: piante, prospetti, sezioni ed eventuali assonometria e/o prospettive del
progetto.
- Plastici di studio e modello finale del progetto eseguiti nella scala e con materiali consigliati
dalla docenza.
- Breve relazione scritta
N.B. Il candidato dovrà presentarsi all’esame conclusivo non solo con gli elaborati ed i materiali richiesti ma anche con quelli prodotti durante l’anno.
La prova d'esame sarà svolta nelle date e nelle sedi stabilite dal calendario didattico.


Torna all'elenco insegnamenti