Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

Sbocchi professionali

Professioni sanitarie ostetriche (Cod. Istat 3.2.1.1.2)
Funzioni: Funzione in un contesto di lavoro:
Nell'ambito della professione di ostetrica, i laureati sono operatori sanitari cui competono le attribuzioni previste dal D.M. Ministero della sanità 14 settembre 1994, n.740 e successive modificazioni ed integrazioni, in ambito ostetrico-ginecologico e neonatale.
Nel rispetto dell'etica professionale gestiscono, come membri dell'équipe sanitaria, gli interventi assistenziali di loro competenza. Sono in grado di individuare situazioni potenzialmente patologiche che richiedono l'intervento medico e di praticare, ove occorra, le relative misure di particolare emergenza. Svolgono la loro attività professionale, in strutture sanitarie, pubbliche o private, in regime di dipendenza o libero-professionale; contribuiscono alla formazione del personale di supporto e concorrono direttamente all'aggiornamento relativo al loro profilo professionale e alla ricerca.
Le attività pratiche e di tirocinio, vanno svolte sia qualitativamente che quantitativamente, in applicazione delle relative norme dell'Unione Europea, in particolare lo standard formativo deve rispettare la direttiva 2005/36/CE relativa al riconoscimento delle qualifiche professionali.
Competenze: Il corso di laurea in Ostetricia ha lo scopo di formare professionisti in grado di assistere e consigliare la donna nel periodo della gravidanza, condurre e portare a termine il parto fisiologico con completa responsabilità ed autonomia professionale, prestare assistenza alla madre durante il puerperio, promuovere e sostenere l’allattamento al seno del neonato nelle settimane successive all’evento nascita. L’area di competenza comprende anche l’educazione sanitaria e sessuale sia nell’ambito della famiglia che della comunità, la preparazione psicoprofilattica al parto, la prevenzione e l’accertamento dei tumori della sfera genitale femminile, la preparazione e l’assistenza agli interventi ginecologici e ostetrici, la partecipazione ai programmi di assistenza materna e neonatale.
Il corso di laurea è integrato nel progetto Florence Network, rete internazionale europea di cooperazione universitaria, prevede attività didattiche e di tirocinio la cui frequenza è obbligatoria ed è ripartito in 3 anni accademici.
Obiettivo didattico del corso è quello di formare un professionista che sappia svolgere tutte le funzioni proprie dell'ostetrica/o secondo gli standard definiti dall'unione europea, che sia in grado di collaborare con lo specialista nelle urgenze e nelle emergenze, valutare in autonomia le situazioni patologiche sia in ambito ginecologico che in gravidanza, parto, puerperio e assistere il neonato.
Queste competenze saranno raggiunte attraverso una formazione multidisciplinare che comprende scienze propedeutiche, biomediche, ostetriche, medico-chirurgiche, interdisciplinari cliniche come basi per la conoscenza della fisiopatologia della riproduzione umana e dello sviluppo embrionale, della fisiopatologia della gravidanza e del parto. Lo studente inoltre, deve acquisire nozioni fondamentali di anatomia, fisiologia, patologia, scienze umane, psicopedagogiche e management sanitario.
Sbocco: L'Ostetrica/o avendo come competenza le attribuzioni previste dal D.M. Ministero della Sanità 14 settembre 1994, n. 740 e successive modificazioni e integrazioni, svolge la propria attività professionale in strutture sanitarie pubbliche o private, in regime di dipendenza o libero professionale, in particolare presso Aziende Ospedaliere, Università, Distretti Socio-sanitari, Consultori, Scuole e anche a domicilio.
L'Ostetrica/o contribuisce alla formazione del personale di supporto e concorre direttamente all'aggiornamento relativo al proprio profilo professionale e alla ricerca.