Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

Sbocchi professionali

Insegnante di Filosofia e Storia nei Licei
Funzioni: La classe di concorso A037 (Filosofia e Storia) è stata pensata esclusivamente per i percorsi liceali e l’abbinamento tra l’insegnamento di Filosofia e di Storia è caratteristica fondamentale ed esclusiva dell’istruzione liceale. Il nostro corso di laurea, con l'integrazione tra insegnamenti filosofico-teoretici, storico-filosofici e storici intende offrire al laureato le competenze adeguate per accedere al Tirocinio Formativo Attivo e, conseguentemente, all'insegnamento di filosofia e storia nei licei.
Competenze: L’Insegnante di Filosofia e Storia nei licei ha il fine precipuo, secondo l'ultimo Regolamento dei Licei, di fornire allo studente “gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà”, affinché l’alunno “si ponga, con atteggiamento razionale, creativo, progettuale e critico, di fronte alle situazioni, ai fenomeni e ai problemi”. Le competenze richieste sono ottima conoscenza delle discipline di insegnamento, doti pedagogiche e didattiche, capacità di stimolare gli studenti al ragionamento critico e alla ricerca autonoma; capacità di collegare le discipline insegnate alle esperienze personali degli studenti e alle vicende collettive del mondo contemporaneo.
Sbocco: L’Insegnante di Filosofia e Storia nei licei lavora soprattutto nelle scuole statali; è possibile comunque anche l'impiego presso scuole private.
Consiglieri dell'orientamento scolastico e professionale.
Funzioni: Come recita la descrizione sul sito Istat, "le professioni comprese in questa categoria valutano le capacità e le propensioni degli individui, li informano sulla struttura e le dinamiche del mercato del lavoro e dell'offerta educativa e formativa, li assistono nella individuazione dei percorsi più adeguati allo sviluppo e alla crescita personale, sociale, educativa e professionale".
Competenze: Le competenze richieste prevedono un'ottima conoscenza del sistema educativo, una viva sensibilità per le trasformazioni e per le tendenze innovative nella società e nella cultura, attitudine al dialogo e al rapporto umano, capacità di valorizzare le disposizioni individuali e, infine, quella 'saggezza pratica' che è indispensabile in ogni attività di consulenza. La laurea magistrale in filosofia permette di affinare quelle doti intellettuali che sorreggono la maturazione delle competenze richieste per questa professione.
Sbocco: Agenzie di lavoro; agenzie di formazione e riqualificazione professionale; enti e istituti di consulenza professionale; centri di preparazione per gli studi universitari; libera professione come consulente educativo e consulente professionale.
Funzionario amministrativo
Funzioni: Il funzionario amministrativo è una figura inserita nella struttura di un ente pubblico (enti locali: province, comuni, regioni, uffici decentrati dei ministeri, università statali, entri previdenziali, aziende sanitarie) con compiti differenziati a seconda del grado di responsabilità e della natura dell'ente. Oltre a compiti di progettazione, organizzazione, monitoraggio e coordinamento di attività, e a compiti di gestione delle risorse umane, si occupa della redazione di atti e provvedimenti, della gestione dei fondi assegnati all'ente, e assume la responsabilità di procedimenti amministrativi.
Competenze: Per lavorare in un ente pubblico quale funzionario amministrativo, oltre a conoscenze di carattere amministrativo-contabile, sono necessarie ottime capacità organizzative e di gestione delle risorse umane. Anche in questo caso lo studio della filosofia permette di acquisire quella solida preparazione intellettuale che costituisce un solido background per l'acquisizione delle competenze tipiche di un buon funzionario amministrativo. Oltre alle qualità già elencate nel profilo dell'esperto delle risorse umane, si aggiunge la capacità di analizzare questioni sociali e politiche che interessano l'ambito operativo di qualunque apparato amministrativo.
Sbocco: Enti pubblici.
Esperto in gestione delle risorse umane
Funzioni: Questa figura valuta il fabbisogno di personale di cui necessita un’organizzazione sulla base degli obiettivi aziendali. Elabora pertanto i profili del personale da assumere e precisa i requisiti da ricercare. Un altro dei suoi compiti riguarda la selezione del personale. Quest’esperto può essere anche chiamato a svolgere interventi di formazione e di addestramento delle risorse umane già occupate. Rientrano tra le sue attività anche la valutazione delle prestazioni, così come la capacità di stimolare e promuovere le motivazioni dei lavoratori. Egli si occupa inoltre delle problematiche sindacali in tutti i loro risvolti, dalle politiche retributive, ai temi della salute e della sicurezza sui luoghi di lavoro.
Competenze: Le competenze che deve possedere l’esperto in gestione delle RU riguardano la conoscenza delle organizzazioni aziendali, nonché del ruolo e delle finalità che il “fattore umano” svolge all’interno di esse.
Talune di queste specifiche competenze manageriali possono formarsi soltanto all'interno delle aziende o degli enti in cui si opera, ma le qualità intellettuali e relazionali che permettono di sviluppare tali competenze possono essere acquisite anche nel nostro corso di laurea. Occorrono infatti visione strategica degli obiettivi di una organizzazione; capacità di analisi e di individuazione dei problemi; messa a punto delle procedure per risolvere i problemi attraverso metodi di razionalità pragmatica; capacità di dialogo, di persuasione e di comunicazione efficace; capacità di ascolto attivo e doti di empatia; capacità di negoziare e di lavorare in gruppo.
Sbocco: Dipendente o consulente esterno presso enti/aziende pubbliche o private, libero professionista.
Ricercatore e docente universitario in Filosofia
Funzioni: I compiti del docente universitario sono l’insegnamento (preparazione e svolgimento delle lezioni, ricevimento degli studenti, seminari, esami, tesi di laurea) e tutte le attività collegate alla ricerca (pubblicazioni scientifiche). Il docente universitario partecipa spesso, anche in veste di organizzatore, a congressi e convegni, sia per aggiornamento professionale che per mantenere contatti con colleghi e studiosi del settore. La carriera accademica parte normalmente con il ruolo di Ricercatore universitario, nel quale gli impegni didattici sono ridotti, mentre le attività di ricerca sono preminenti.
Competenze: Le competenze del ricercatore e del docente universitario in filosofia sono ripartite tra ricerca e didattica. Si richiede abilità nello sviluppare ricerche originali al più alto livello scientifico e insieme attitudine a comunicare agli studenti contenuti, metodi e problemi della filosofia, suscitando il loro interesse per la disciplina e contribuendo a valorizzare le loro capacità di indagine.
Il nostro corso di laurea si propone di offrire ai migliori laureati la formazione che li metta in condizione di partecipare ai concorsi per i dottorati di ricerca, primo indispensabile passo per intraprendere l'attività di ricerca scientifica.
Sbocco: Università pubbliche e private.
Professione editoriale e giornalistica
Funzioni: Le professioni editoriali alle quali un corso di laurea in filosofia prepara sono il direttore editoriale, il consulente editoriale, il redattore, il responsabile dell'ufficio stampa. Si può intraprendere anche l'attività giornalistica, sia nella stampa sia nel settore radio-televisivo o in internet soprattutto con riferimento a settori come la cronaca e i commenti di politica, interna e internazionale, le pagine culturali, i documentari e le inchieste di varia natura.
Competenze: Sia per le professioni editoriali sia per quelle giornalistiche si richiede un'ottima preparazione culturale di base, ottime capacità espressive e comunicative, capacità di cogliere le interrelazioni tra settori diversi, sensibilità alle trasformazioni in atto nella cultura e nella società, capacità di analizzare rapidamente ed efficacemente situazioni complesse in evoluzione. La nostra laurea magistrale in filosofia con una forte offerta didattica interdisciplinare permette di acquisire queste competenze.
Sbocco: Editoria libraria, periodica e multimediale. Testate giornalistiche. Settore radio-televisivo. Imprese che operano in Internet e nel settore delle comunicazioni.
Uffici stampa di aziende pubbliche e private.