Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito

Sbocchi professionali

Ingegnere navale

Funzioni: L'ingegnere navale potendo trovare impiego in ambiti diversi all'interno del settore, sarà in grado di ricoprire molteplici funzioni aziendali di natura tecnico-specialistica, gestionale, organizzativa, tecnico-commerciale e di ricerca scientifica. Possiederà capacità per inserirsi attivamente nel processo di realizzazione di sistemi complessi, ad alto valore aggiunto, che richiedono anche il coordinamento di cospicue risorse umane ed economiche. Nell'offerta formativa del Corso di studio, oltre agli insegnamenti delle tradizionali discipline dell'ingegneria navale, sono presenti un buon numero di insegnamenti di carattere professionalizzante che lo studente può scegliere secondo le sue attitudini, creando di fatto un suo personale percorso di specializzazione. Con questa struttura dell'offerta formativa, un laureato magistrale in Ingegneria Navale potrà esplicare al meglio le funzioni professionali prima delineate.

Competenze: I laureati magistrali in Ingegneria Navale sono in possesso di competenze sia nelle discipline scientifiche di base (matematica, fisica, chimica) sia in quelle tecniche tipiche dell'ingegneria industriale (scienza dei materiali, analisi strutturale, impianti elettrici, impianti termotecnici). Nel percorso di studi acquisiscono conoscenze professionali specifiche dell'ingegneria navale nei settori dell'Architettura navale, delle Costruzioni navali e degli Impianti navali e marini. Parallelamente maturano capacità di utilizzo delle competenze acquisite in contesti complessi e non consolidati.
A completamento della loro preparazione tecnico-scientifica, i laureati magistrali in Ingegneria Navale sono coinvolti in attività integrative (esercitazioni, seminari, conferenze, visite guidate) al fine di potenziare anche le loro soft skills, ovvero le loro capacità di lavorare in gruppi coordinati, coordinare le attività di gruppo, assumere ruoli di responsabilità nello svolgimento di attività progettuali, organizzative e gestionali.

Sbocco: I laureati magistrali in Ingegneria Navale potranno trovare occupazione presso cantieri di costruzione e riparazione di navi, imbarcazioni e mezzi marini; industrie per lo sfruttamento delle risorse marine; compagnie di navigazione; istituti di classificazione ed enti di sorveglianza; corpi tecnici della marina militare; studi professionali di progettazione e peritali; istituti di ricerca.